Allegri: Al 100% resto alla Juventus, ora non possiamo più sbagliare
Secondo il tecnico livornese la squadra si è già giocata un bonus contro il Napoli

"Domani è una partita importante, perché ne mancano otto alla fine del campionato. Più si va avanti e più le partite diventano più importanti, i punti diventano più pesanti. Noi non abbiamo la possibilità di sbagliare domani, un bonus ce lo siamo già giocati a Napoli facendo un pareggio e domani bisogna vincere". Così Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, alla vigilia dell'anticipo contro il Chievo Verona. "Al Barcellona ci penseremo da domenica, ma partite come quella non ci vuole tanto per prepararle, è una sfida talmente bella e affascinante che si prepara da sé", ha proseguito il tecnico proiettandosi alla sfida di Champions. "Quello che conta - ha aggiunto - è la partita di domani. Bisogna affrontarla molto seriamente, è una partita a rischio perché veniamo da due gare difficili ed impegnative sotto l'aspetto fisico e mentale. Non ci deve essere assolutamente un calo di tensione".

FUTURO. "Possibilità che io sia sulla panchina della Juventus la prossima stagione? Al momento 100%, perché ho un contratto fino al 2018" ha detto Allegri. "Ma in questo momento il problema dell'allenatore non sussiste e non deve sussistere, perché siamo nel momento cruciale della stagione", ha sottolineato il tecnico in conferenza stampa alla vigilia dell'anticipo con il Chievo. "Questo credo sia l'ultimo dei problemi, sia da parte mia che da parte della società. Anche perché - ha aggiunto - da parte mia e della società non ci sono mai stati problemi, viaggiamo di comune accordo. Quindi bisogna rimanere concentrati perché al momento non abbiamo vinto ancora niente".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata