L'ex compagno di squadra: "L'ho seguito come un ombra, sognavo di essere lui"

(LaPresse) “Il primo pensiero va alla famiglia”. Visibilmente commosso, Giuseppe Galderisi ricorda l’amico ed ex compagno Paolo Rossi davanti al Duomo di Vicenza dove si sono svolti i funerali di Pablito. “L’ho seguito come un ombra, prima da bambino giocavo con la sua figurina sognando di essere lui, poi ho avuto il piacere di viverlo per tutta la carriera. Mi mancherà, mi mancheranno i suoi occhi”, ha concluso Galderisi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata