La Erg di viale Giulio Cesare a Bergamo era diventato luogo di ritrovo e spaccio dei tifosi

In occasione dell'incontro tra Atalanta e Napoli del 20 dicembre 2015, "è stato accertato che appartenenti alla tifoseria atalantina hanno assunto sostanza stupefacente per ben 110 volte". Lo hanno verificato gli investigatori della polizia, grazie alle telecamere nascoste nei bagni dell'area di servizio della Erg di viale Giulio Cesare a Bergamo, per gli inquirenti abituale luogo di ritrovo e spaccio degli ultras dell'Atalanta. Il mondo del tifo organizzato a Bergamo è al centro dell'indagine che ha portato a 41 indagati e misure cautelari nei confronti di 26 persone per spaccio di stupefacenti, rapina, estorsione e resistenza a pubblico ufficiale.

Nei bagni dell'area di servizio decine di tifosi avrebbero consumato cocaina e anfetamina appena acquistata dai pusher. Dalle indagini della squadra mobile e dello Sco emerge quindi che "laddove ve ne fosse bisogno, la droga all'interno della Curva nord e della tifoseria organizzata atalantina" era "tutt'altro che rinnegata, a differenza di quanto più volte dichiarato anche tramite l'utilizzo dei media".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata