Coldiretti lancia l'allarme siccità

La Coldiretti lancia un allarme siccità per effetto di un inverno asciutto, segnato da precipitazioni dimezzate nel nord Italia: meno 50 per cento rispetto alla media storica. A secco fiumi, laghi, invasi, terreni e senza neve le montagne, nel momento in cui l’acqua è essenziale per l’irrigazione delle coltivazioni. La situazione attuale al Nord - spiega ancora la Coldiretti - è peggiore di quella del 2017, che ha creato difficoltà anche per gli usi civili nei centri urbani ed è costata due miliardi di euro in danni all’agricoltura.