Proiettato il 'climate clock': quanto ci resta per salvare il Pianeta?

Presidio dei Fridays for Future Torino in piazza Castello questo pomeriggio alle 15.30. “Saremo in piazza in occasione della Giornata della Terra, insieme ad altre realtà piemontesi che si interessano di crisi climatica” spiegano i Fff in una nota. “All’inizio di quest’anno il premier Draghi ha istituito il Ministero della Transizione Ecologica, ampliando le competenze del vecchio Ministero dell’Ambiente. Benché il Governo si prodighi a mostrarsi aperto a una riconversione ecologica – spiegano i Fff – il PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) non contiene progetti abbastanza ambiziosi per rispettare gli Accordi di Parigi”.

“La Regione Piemonte ha approvato nelle scorse settimane un documento che raccoglie progetti per 27 miliardi di euro che verranno richiesti dal Next Generation EU: tra questi ci sono richieste di finanziamenti per strade, parcheggi, aeroporti e impianti sciistici” spiega il movimento ambientalista. “C’è invece bisogno di controllare periodicamente le emissioni e di sostenere la Strategia Regionale sui Cambiamenti Climatici, che prevede finanziamenti per un trasporto pubblico ecosostenibile, disincentivando il trasporto privato – prosegue la nota – per la produzione di energia da fonti rinnovabili e per la prevenzione e l’adattamento a fenomeni meteorologici estremi, per evitare eventi di dissesto idrogeologico”. Poi, la conclusione: “Il Next Generation EU rappresenta l’ultima grande occasione per mettere in atto una giusta ed equa transizione su larga scala e non possiamo permetterci di fallire, perché ne va del futuro della Next Generation”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata