University Network, la più grande organizzazione universitaria in Italia con oltre 1 milione di studenti, insieme a Treedom, il primo sito al mondo che permette a persone e aziende di piantare alberi con un semplice click, andando a finanziare direttamente contadini locali in giro per il mondo, uniscono le forze per lanciare l’ambizioso progetto ‘La Foresta Universitaria’, che da oggi e per tutto il 2021 consentirà a chi lo desidera di piantare un albero virtualmente e realmente contribuendo attivamente alla salvaguardia del pianeta e alla promozione della biodiversità.

“In un contesto globalizzato in cui l’attenzione alle tematiche ambientali e alla sensibilizzazione dei giovani nel rispetto dell’ambiente non è mai sufficiente – spiega una nota – il progetto si pone l’obiettivo di contrastare il cambiamento climatico, lottando in prima linea per sensibilizzare i giovani alla tutela dell’ambiente. L’emergenza climatica riguarda tutti indistintamente, non c’è più tempo per aspettare, bisogna agire subito nelll’immediato e concretamente”.

“Noi di University Network vogliamo fare la differenza per un domani sempre più rigoglioso – dichiara Karoline Gapit -. Non solo grazie alla creazione della ‘Foresta Universitaria’ si potranno piantare alberi, ma si darà anche attività a tanti lavoratori del settore agricolo, oltre a fornire materie prime per il proprio sostentamento e quello della propria comunità. L’idea di poter contribuire, anche in minima parte, a sensibilizzare i giovani all’importanza dell’ambiente e alla sua salvaguardia spingendoli a cambiare le proprie abitudini e a rispettare il nostro pianeta è per noi motivo di grande soddisfazione. Siamo convinti che, oltre a coltivare le menti, per avere un futuro migliore è necessario rispettare e proteggere la natura”.

Sul sito web di Treedom attraverso un semplice click virtuale si potrà piantare un albero nella ‘Foresta Universitaria’: ogni albero avrà poi la sua pagina online, verrà geolocalizzato e fotografato e potrà essere custodito o regalato virtualmente a terzi con un messaggio. Un’idea che ben si presta anche per un regalo, un bel gesto di speranza per il futuro. Sarà inoltre possibile seguire i progressi e i vantaggi che ogni piantagione ha portato.

“Piantando un albero a distanza – spiegano gli organizzatori – si combatte l’erosione del suolo e la desertificazione, promuovendo il mantenimento della biodiversità e di habitat unici al mondo. Gli alberi verranno piantati nelle loro aree native, o in zone ove la loro presenza non è un ostacolo per altre specie autoctone. Attraverso l’assorbimento di CO2, inoltre, si creerà un ulteriore beneficio anche a livello atmosferico, migliorando la qualità dell’aria”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata