Mercoledì 15 Marzo 2017 - 17:30

Yahoo, Usa accusano 2 due spie russe di furto di account

Accusati anche due hacker ingaggiati dal Cremlino

Yahoo, Usa accusano 2 due spie russe di furto di account

Il governo degli Stati Uniti ha accusato due spie russe dei servizi Fsb e due hacker che sarebbero stati ingaggiati dal Cremlino per aver rubato nel 2014 dati di 500 milioni di utenti dell'impresa tecnologica Yahoo. Funzionari di Fbi e dipartimento di Giustizia hanno informato delle accuse in una conferenza stampa. È la prima volta che il governo americano presenta accuse per attacchi informatici nei confronti di funzionari del Cremlino. 

Secondo il dipartimento di Giustizia, le due spie russe e i due hacker rubarono dati per spiare giornalisti russi e funzionari del governo statunitense e di quello di Mosca. "Attaccarono gli account Yahoo di funzionari del governo russo e statunitense, anche di personale incaricato della sicurezza informatica, personale diplomatico e militare", ha detto in conferenza stampa uno dei responsabili dell'indagine al dipartimento di Giustizia, Mary McCord. Ha aggiunto che gli accusati tentarono anche di accedere a informazioni di giornalisti russi e dipendenti di servizi finanziari.
 

I dati di Yahoo sono serviti agli accusati anche per accedere ad account delle vittime su altre piattaforme, come Google, a causa delle password condivise. Gli agenti dei servizi Fsb accusati sono Dmitry Dokuchaev e Igor Sushchin, funzionari russi incaricati dei reati informatici, secondo McCord. "Hanno protetto, diretto, facilitato e pagato gli hacker perché raccogliessero informazioni attraverso le intrusioni informatiche negli Usa e in altri luoghi", ha spiegato. Un altro accusato è Alexsey Belan, tra gli hacker più ricercati dall'Fbi e accusato due volte in passato per attacchi informatici nei confronti di milioni di persone, ha aggiunto il dipartimento di Giustizia. Era riuscito ad accedere a 30 milioni di account Yahoo, per ottenere informazioni economiche tra cui numeri di carte di credito, ha spiegato McCord. L'altro hacker è Karim Baratov, fermato ieri in Canada.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Conferenza stampa sulla morte di Giulio Regeni

Regeni, bufera su governo dopo caso Nyt. Famiglia: Andremo al Cairo

Secondo Claudio Regeni e Paola Deffendi sarebbe sufficiente "un po' più di pressione sul governo egiziano" per fare chiarezza

Usa 2016, Donald Trump in campagna elettorale

Hope Hicks, nuova direttrice della comunicazione per Trump

Già nel 2016 era stata la portavoce della campagna elettorale di Donald Trump

AUT, Österreich bereitet Grenzkontrollen zu Italien vor

Migranti, Austria invierà 70 soldati al Brennero

I militari non verranno schierati, né saranno dispiegati carri armati: serviranno ad aiutare nei controlli

Nord Corea, Trump: Da Kim decisione saggia, alternativa era catastrofe

Corea, Trump: Decisione saggia di Kim, alternativa era catastrofe

Kim ha deciso di "osservare per un po'" il comportamento Usa prima di intraprendere la minacciata offensiva contro Guam