Martedì 13 Febbraio 2018 - 16:00

Wikileaks, Gran Bretagna conferma mandato d'arresto Assange

Dal 2012 il fondatore di Wikileaks è rifugiatonell'ambasciata dell'Ecuador a Londra per evitare l'estradizione in Svezia

Julian Assange extradition

La giustizia britannica ha deciso di confermare il mandato d'arresto nei confronti del fondatore di WikiLeaks, Julian Assange

La giudice Emma Arbuthnot ha respinto il secondo tentativo dell'australiano di far revocare la misura nei suoi confronti. A causa del mandato d'arresto verrebbe arrestato, se uscisse dall'ambasciata dell'Ecuador a Londra dove è rifugiato dal 2012 per evitare l'estradizione in Svezia, dove è stato accusato di presunti aggressione sessuale e stupro, accuse che lui respinge. La giudice non ha accolto la posizione degli avvocati difensori, secondo cui mantenere il mandato d'arresto non sarebbe più nell'interesse pubblico.

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Oceano indiano, trovati rottami: si pensa al jet malese scomparso

Il missile che abbattè il volo MH17 fu lanciato da una brigata russa

La rivelazione del Joint Investigation Team che indaga sul caso dell'aereo della Malaysia Airlines

La figlia di M.L. King contro Bannon: "Mio padre fiero di Trump? Sarebbe molto preoccupato"

Bernice King non ha affatto apprezzato l'intervista dell'ex stratega del presidente alla Bbc

Car emissions figures

Germania, Amburgo è la prima città a imporre divieti a veicoli diesel

I veicoli che non rispettino gli standard di emissioni Euro 6 non potranno circolare in una zona di 580 metri della trafficata Max-Brauer-Allee

Georgia, prima donna di colore candidata come governatrice

Stacey Abrams ha vinto le primarie democratiche, a novembre le elezioni