Venerdì 15 Gennaio 2016 - 15:00

Volkswagen BUDD-e: ecco il Bulli del domani

Torna in versione ecologica e super tecnologica il mitico pulmino degli hippy

L’erede del Bulli in chiave ecologica presentato sotto forma di concept

Ieri era il Bulli, tra breve sarà il BUDD-e: Volkswagen ripresenta in chiave moderna, sotto forma di concept, il mitico pulmino degli hippy: lanciato nel 1949 e diventato un simbolo della libertà di movimento.

Svelato al CES di Las Vegas, il futuristico prototipo è una sorta di macchina del tempo che cela dietro un design iconico e carismatico un’avanzatissima piattaforma sulla quale la marca di Wolfsburg baserà i prossimi veicoli elettrici e ibridi.

Dopo lo smacco e la perdita d’immagine dovuta al dieselgate, la Volkswagen spinge dunque con determinazione sul fronte delle emissioni zero presentando l’idea di un veicolo a corrente capace di garantire un’autonomia fino a 533 km e immolato non solo alle ultime tendenze ecologiche ma anche alle più moderne soluzioni hi-tech.

Completamente collegato in rete, il BUDD-e è infatti stato pensato per fungere da interfaccia mobile tra il mondo a bordo e quello circostante grazie a un sistema infotainment di prossima generazione che utilizza un nuovo tipo di presentazione delle informazioni, all’insegna della massima intuitività, per comunicare con le smart home oppure con l'ufficio.

Il tutto sfruttando tecnologie avanzate come dei comandi touch e gestuali, degli interruttori e tasti che scompaiono e persino specchi analogici che si trasformano come per magia in schermi digitali. La matrice di questi nuovi sistemi interattivi di comando e infotainment proietta nel domani i passeggeri fino alla fine di questo decennio.

A bordo del BUDD-e, non a caso, la Volkswagen intende dimostrare come potrebbe cambiare il modo di viaggiare già intorno al 2019. La nuova piattaforma tecnologica dei veicoli elettrici con cui è equipaggiato questo van prevede inoltre due motori (uno per asse) capaci di erogare complessivamente 235 kW, per una velocità massima di 150 km/h, e alimentati da una batteria da 101 kWh che può ricaricarsi all'80% in appena 30 minuti.

Lungo 4,6 metri, largo 1,94 e alto 1,83, sul BUDD-e non esistono infine maniglie o specchietti, sostituiti dagli e-Mirror che riproducono le immagini di due telecamere esterne. Mentre sulla sua carrozzeria bicolore, con il tetto a celle solari, si fondono tra vezzi e trovate dell’ultima ora, tipo i gruppi ottici a Led, molti elementi stilistici presi in prestito dal Bulli originale e dal Maggiolino mostrando come anche sulle vetture del domani la Volkswagen si rifarà probabilmente sempre e comunque alle glorie del passato.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Fca, 500 Fiat Tipo per l'arma dei carabinieri

Una nuova flotta di 500 unità è stata ordinata dall'Arma. Con la vettura, che presenta una dotazione specifica, prosegue il sodalizio del Gruppo con l'Arma che dura dagli anni Cinquanta

Fca, attiva la nuova pagina Facebook di Mopar

Nuovo indirizzo social per i fan. La pagina ha già raggiunto oltre un milione di like

ITA, MotoGP, Tribul Mastercard GP S.Marino e Riviera di Rimini

Gp Giappone, Dovizioso vince davanti a Marquez, Rossi si ritira

"Con Marquez fino all'ultimo è sempre difficile. Ho cercato di chiudere ogni porta", ha detto Dovizioso

Fca, Mopar inaugura l'officina MeccaniCotto a Torino

Presenti alla cerimonia Maria Elena Boschi, Alfredo Altavilla e Chiara Appendino