Venerdì 13 Ottobre 2017 - 19:30

Vietata la 'marcia su Roma' di Forza Nuova: lo stop dalla questura

Tra le motivazioni gli elevati rischi per l'ordine pubblico. Ieri il no di Raggi e Minniti al corteo

Vietata la 'marcia su Roma' di Forza Nuova: lo stop dalla questura

Arriva il no ufficiale alla 'marcia su Roma' di Forza Nuova. E' stato firmato oggi dal questore il divieto di svolgimento del corteo previsto nel pomeriggio del 28 ottobre nel quartiere dell'Eur. A supporto del divieto, si legge in una nota, anche le valutazioni concordi dei vertici delle forze dell'ordine nella riunione di ieri tenutasi in Prefettura, che ha messo in luce gravi rischi per l'ordine pubblico in caso di svolgimento della manifestazione.

Ad anticipare la decisione era stato ieri il ministro dell'Interno Minniti, replicando al partito di estrema destra che aveva confermato di voler andare avanti: "Con le motivazioni da me già espresse in Parlamento nella seduta del 20 settembre, ho già dato indicazioni al Questore di Roma di non concedere l'autorizzazione per la manifestazione promossa da Forza Nuova a Roma il prossimo 28 ottobre".

Poche ore dopo era intervenuta anche la sindaca di Roma Raggi: "Il 28 ottobre saremo con l'Anpi nazionale in Campidoglio per dire sì alla democrazia ed un no alla marcia su Roma".

Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Senato - Presentazione della relazione finale della commissione Antimafia

Mafia, Minniti: "Troppo silenzio in campagna elettorale. Rischio infiltrazioni"

La commissione bicamerale Antimafia presieduta da Rosy Bindi lancia l'allarme

Università Angelicum. Paolo Gentiloni incontra gli elettori

Embraco, Calenda sui fondi alla Slovacchia: 'Così non è mercato'

Intervista al ministro per "Upday for Samsung": "Delle buone intenzioni della Ue non me ne faccio niente. Verificare se sono stati usati per attrarre aziende

Messa in occasione dei 50 anni della Comunità di Sant'Egidio.

Ema, Tajani scrive a Juncker: "Chiesti tutti i dettagli dell'offerta olandese"

Necessari "per permettere al Parlamento di deliberare sulla questione in modo significativo e informato"

Gentiloni scrive a suoi elettori: "Non fidatevi delle promesse mirabolanti"

Il premier veste i panni del candidato e in una lettera si rivolge ai suoi concittadini