Giovedì 07 Luglio 2016 - 15:45
Loading the player...
Autore: LaPresse

Profugo ucciso a Fermo, Alfano: "Disprezziamo il razzismo"

"Pensavo fosse un ladro". Prova a difendersi l'ultrà 38enne indagato per l’uccisione del richiedente asilo nigeriano pestato a morte martedì a Fermo, mentre difendeva la compagna dagli insulti razzisti dell'uomo, fermato con l'accusa di omicidio preterintenzionale. "Noi disprezziamo il razzismo", dice il ministro dell'Interno Angelino Alfano assieme a Don Vinicio Albanesi, presidente della Comunità di Capodarco di Fermo, al termine della riunione in Prefettura nella città marchigiana.