Lunedì 14 Novembre 2016 - 11:15
Loading the player...
Autore: Ala News

VIDEO Renzi e gli avversari: “Salvini un pavone”, ma il bersaglio è il M5S

"Salvini si pavoneggia per la vittoria di Trump, ma poi non è capace di tenersi Varese e Padova". Inizia così, Matteo Renzi, il suo lungo elenco di battute sarcastiche sugli avversari politici, tra i quali, nonostante qualche "attenzione" a Salvini, appunto, e Berlusconi, spiccano i molti riferimenti ai Cinquestelle: "Grillo ha proposto di far pagare alla Chiesa l'affitto sui Musei Vaticani, ma sarebbe come se Sala lo pretendesse da Hollande per l'Eliseo a Parigi" ha scherzato il premier, che poi si ha insistito su Di Battista. "Non ha letto la Costituzione e si confonde con la Costituente, è finito sul New York Times per una delle 10 più grandi castronerie mai dette l'anno passato. Mi criticano per non essere stato eletto da nessuno, ma loro li han votati un centinaio di persone sul blog...". Renzi ha poi parlato di un altro tipo di avversari, quelli interni al PD: "Siamo divisi, è vero, ma dopo il 4 dicembre ci sarà il Congresso e lì ci confronteremo: il Congresso non può essere il referendum. Poi - ha concluso Renzi con l'ennesimo attacco ai Cinquestelle - preferisco comunque il confronto piuttosto che l'espulsione attraverso il blog di chi non la pensa come noi".