Giovedì 23 Febbraio 2017 - 18:00
Loading the player...
Autore: LaPresse

VIDEO Obiettori, ordine medici contro Zingaretti: bando iniquo

L'ordine dei medici prende posizione nel caso dei due ginecologi assunti all'ospedale san Camillo di Roma, attraverso un concorso riservato a medici non obiettori e quindi disposti a praticare l'aborto. Il presidente dell'ordine di Roma Giuseppe Lavra ha chiesto al governatore Zingaretti di revocare l'atto definito iniquo. "E' discriminatorio nei confronti di chi esercita un diritto sancito dalla bioetica e dalla deontologia" spiega Lavra. Al fianco della regione Lazio intervengono invece tre senatori del Pd, fra cui Monica Cirinnà: "E' la strada piu' giusta per riconoscere il diritto delle donne alla tutela della salute e all'interruzione volontaria di gravidanza. Ora una legge per i concorsi come quello del San Camillo".