Mercoledì 12 Ottobre 2016 - 10:45
Loading the player...
Autore: Reuters

GB, distinti studenti italiani, napoletani e siciliani

La risposta dell’ambasciata italiana è stata ironica: “Siamo uniti dal 17 marzo 1861”. Ma la reazione dei genitori che hanno denunciato l’accaduto è stata prima di vera sorpresa, poi di sdegno: nei questionari di iscrizione ad alcune scuole del Regno Unito bisogna specificare se si è italiani, italiani altri, italiani napoletani e italiani siciliani. Un nuovo episodio che fa discutere in un momento delicato per la Gran Bretagna, alle prese con la Brexit e con il governo di Londra che conferma prestiti e borse di studio anche il prossimo anno per gli studenti comunitari.