Venerdì 18 Novembre 2016 - 20:15
Loading the player...
Autore: lapresse cruciatti

Elif Shafak: "In Turchia sono attaccata per i miei libri"

(LaPresse) Le diverse anime della Turchia raccontate attraverso i punti di vista di tre ragazze musulmane, le "Tre figlie di Eva" (Rizzoli) che danno il titolo all'ultimo romanzo di Elif Shafak. La scrittrice, una delle voci più autorevoli della narrativa turca, ha inaugurato la quinta edizione di BookCity al Teatro Dal Verme di Milano. Il libro, che riflette a lungo sulla "danza tra la fede e il dubbio", ci rimanda uno spaccato impietoso e lucido della società turca contemporanea. Un Paese che, anche se con minor slancio di qualche anno fa, vuole entrare in Europa nonostante la quotidiana violazione di diritti fondamentali. "In Turchia - denuncia Shafak - si respira un clima anti-intellettuale e anti-liberale. Chi accenna a criticare la minima cosa, viene subito accusato di essere un traditore. Viviamo sotto una pressione terribile, anche io subisco attacchi, soprattutto aggressioni verbali, calunniose e cariche di odio. La cosa tremenda è che nei miei confronti viene usato un linguaggio chiaramente sessista e misogino".