Venerdì 22 Settembre 2017 - 10:15
Loading the player...
Autore: Carabinieri

Cosenza: sfruttavano migranti, arrestati due fratelli

Sfruttavano rifugiati africani ma anche romeni e indiani facendoli lavorare in nero nei loro campi. I Carabinieri hanno arrestati due fratelli di 48 e 41 anni, di Amantea, in provincia di Cosenza. Sono accusati di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro, aggravati dalla discriminazione razziale. La paga inoltre variava in base al colore della pelle. I lavoratori bianchi prendevano infatti 10 euro in più al giorno rispetto a quelli di pelle nera. Le indagini hanno fatto emergere anche le condizioni di lavoro degradanti a cui erano costretti i rifugiati: dormivano in baracche, mangiavano a terra ed erano sottoposti a stretta e severa sorveglianza da parte dei due fratelli arrestati. Sequestrati l'azienda e altri beni mobili dei due malviventi.