Venerdì 11 Novembre 2016 - 07:30

Coda alla camera ardente di Veronesi a Palazzo Marino

Il sindaco Sala: "Era molto amato, la città soffre con dignità"

Milano, camera ardente di Umberto Veronesi a Palazzo Marino

Lunga coda, fin dalle prime ore della mattina, davanti al Comune di Milano, dove è stata aperta la camera ardente per Umberto Veronesi, l'oncologo scomparso all'età di 90 anni. La camera ardente è stata allestita in sala Alessi e rimane aperta anche in mattinata, prima della cerimonia laica alle 11 per l'ultimo saluto all'oncologo. In coda davanti al Comune c'erano anche molti ex pazienti.

Loading the player...

"In questa camera ardente io ho visto Milano, la Milano sobria che soffre con dignità, silenziosa. È proprio la rappresentazione della nostra città", ha detto il sindaco di Milano Giuseppe Sala. Veronesi "è sempre stato molto amato". "Di lui - ha aggiunto - ho sempre ammirato la capacità di esprimere un'opinione anche originale, ma sempre pensata, coraggiosa. Io sapevo che Umberto stava male, immagino le difficoltà, ma tre o quattro giorni prima di morire ancora faceva interviste ed era in grado di lanciare messaggi. Per tutta la vita non ha mai rinunciato a svolgere una funzione di guida coraggiosa". 

Veronesi era "una persona di una tale cortesia e disponibilità, per me ha fatto qualcosa, ma preferisco tenerlo per me", ha raccontato la cantante Rita Pavone ricordando l'oncologo, dopo la visita alla camera ardente in Sala Alessi. Pavone ha ricordato che Veronesi era sempre disponibile e "c'era sempre per tutti".

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Continuano le indagini sullo scandalo alimentare delle uova contaminate con l'insetticida Fipronil

Uova contaminate, migliaia sequestrate ad Ancona e Viterbo

Si aggiungono a quelli già comunicati dal Ministero della Salute

Ischia, Ciro il piccolo eroe: aiuta i soccorritori a salvare i fratellini

Ischia, Ciro il piccolo eroe: aiuta i soccorritori a salvare i fratellini

L'intera famiglia è stata salvata dalle macerie. "Un vero e proprio miracolo", commenta la direttrice sanitaria dell'Asl Napoli 2

Ischia, è polemica su case abusive: "Non si può morire per sisma 4.0"

Ischia, è polemica su case abusive: "Non si può morire per sisma 4.0"

"In molti casi è stato accertato che viene utilizzato cemento impoverito", accusa l'ex procuratore aggiunto di Napoli Aldo De Chiara