Giovedì 20 Ottobre 2016 - 12:00

Verona, nasce baby ippopotamo da mamma e papà ultra 40enni

A due settimane dal parto il peso del piccolo sfiora già il quintale

Verona, nasce il baby ippopotamo da mamma e papà ultraquarantenni

Nasce un baby ippopotamo da mamma e papà ultraquarantenni. Quarantaquattro anni lui, più di quaranta lei: Gonzalo e Camilla sono due tra gli otto ippopotami più anziani d'Europa e quindici giorni fa hanno sorpreso tutti portando fuori dall'acqua il loro piccolo appena nato, mentre a stento riusciva a reggersi sulle zampe. A due settimane dalla nascita il peso del piccolo già sfiora il quintale, mentre è ancora presto per determinarne il sesso: nel frattempo, è stato lanciato un 'totonomi unisex' sui social network. Al Parco Natura Viva di Bussolengo, in provincia di Verona, i due anziani ippopotami hanno dato alla luce nel corso degli anni a più di dieci figli, ma questo è probabilmente l'ultimo parto per mamma Camilla.

"L'anzianità da primato dei due genitori non allenta le cure esclusive che mamma Camilla riserva al piccolo", spiega Camillo Sandri, veterinario e direttore tecnico del Parco Natura Viva. "A lui dedica tutto il suo tempo - aggiunge il direttore - allattandolo in acqua e tenendolo al sicuro dalle curiosità del fratello maggiore Shombai, che deve fare i conti con il fatto di non essere più il piccolo del gruppo".

L'ippopotamino ha già raddoppiato il peso alla nascita e il suo muso grande e un po' sproporzionato, le orecchie piccole e le zampe corte, gli garantiscono un'aria tenera e goffa. "Non bisogna farsi ingannare dalle apparenze - continua Sandri - perché il nostro nuovo arrivato sembra essere particolarmente audace e intraprendente: trascorre molto tempo fuori dal laghetto e spesso lo si vede camminare davanti a Camilla, tradendo i comportamenti canonici che vorrebbe i neonati trascorrere la maggior parte del tempo in acqua o seguendo la madre a stretto contatto".

'Vulnerabile' secondo la Lista Rossa Iucn, il piccolo è uno dei 7 ippopotamini nati quest'anno nei parchi zoologici d'Europa, dove questa specie conta 179 individui a mantenere vitale un patrimonio genetico a rischio: nell'Africa sub-sahariana, le popolazioni di questo mammifero anfibio sono in declino a causa della caccia illegale per carne, per l'avorio di cui sono costituiti i loro denti e per la perdita di habitat naturale.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Entro il 2035 applicazioni commerciali per le auto volanti

Entro 2035 arriveranno applicazioni commerciali per auto volanti

Lo slancio sarà dato dall'ingresso nel mercato 'flying cars' di Airbus, Google e Uber

'Scossa 5.1 a Macerata'. Ma è un errore tecnico dell'Ingv

'Scossa 5.1 a Macerata'. Ma è un errore tecnico dell'Ingv

Associato a un sisma nelle Marche un evento riferito alle Filippine

Ranzo (Avio): Azienda al centro della nuova corsa allo spazio

Ranzo (Avio): Azienda al centro della nuova corsa allo spazio

L'obiettivo è "rendere possibile l'accesso a costi competitivi"

Carlo Rovelli: Tornare indietro nel tempo? Non è escluso

Carlo Rovelli: Tornare indietro nel tempo? Non è escluso

Con la chiarezza che è il suo tratto distintivo, il fisico teorico, spiega che viaggiare indietro nel tempo non è necessariamente impossibile