Giovedì 09 Giugno 2016 - 13:30

Verdini al San Raffaele, ma l'ex alleato non può visitare Berlusconi

Gianni Letta e Ghedini incontrano l'ex Cav, il leader di Ala non sarebbe invece riuscito a vederlo

Verdini al San Raffaele, ma l'ex alleato non può visitare Berlusconi

Mattinata di visite per l'ex premier Silvio Berlusconi, ricoverato da martedì all'ospedale San Raffaele di Milano. L'ex sottosegretario e braccio destro del leader di Forza Italia Gianni Letta è arrivato attorno alle 11.40 al padiglione D dell'ospedale milanese, senza rilasciare dichiarazioni. Pochi minuti prima di lui era entrato anche l'avvocato Niccolò Ghedini. "Sono tornato a salutare un amico", ha dichiarato lo storico difensore di Berlusconi. Visita negata, invece, secondo indiscrezioni, all'ex braccio destro in Forza Italia e ora leader di Ala, Denis Verdini, che è arrivato in mattinata al San Raffaele e se n'è andato senza concedere alcun commento.

A trovare l'ex Cav anche i figli, Luigi e Marina Berlusconi, che hanno confermato: "Papà sta bene". Proseguono intanto gli accertamenti sullo stato di salute del leader di Forza Italia, ricoverato in seguito a una visita di controllo a causa di uno scompenso cardiaco.

Loading the player...
Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Paolo Gentiloni a piedi nei pressi di palazzo Chigi

Gentiloni lascia Chigi e scherza: "Non mi hanno mostrato la stanza dei bottoni"

Il premier uscente ha salutato i dipendenti: "Dovrebbe arrivare il nuovo esecutivo. Lasciamo il Paese con più lavoro, più diritti e conti a posto"

Giuseppe Conte entra alla Camera dei Deputati

Governo, si allungano i tempi. Conte lavora sulla lista dei ministri, incontro informale al Colle

Il premier incaricato dal governatore della Banca d'Italia a Palazzo Koch, poi vertice con Salvini e Di Maio. Il premier incaricato non scioglierà la riserva prima di sabato

Il Presidente Mattarella a Civitavecchia in occasione della partenza della "Nave della Legalità"

Il Colle non ci sta: "Tema non sono veti, ma diktat su Mattarella e Conte"

Trapelano malumori per la posizione di Di Maio e Salvini su Savona all'Economia

Quirinale, Consultazioni

Salvini: "Pace fiscale e autonomia le priorità". E insiste su Savona al Mef

Una persona che vuole ridiscutere le regole europee "è un vanto per l'Italia, non un disvalore"