Lunedì 07 Novembre 2016 - 14:45

Ventura: Balotelli? Due mesi non bastano ma lo incontrerò

Il ct della Nazionale assicura: "Avrò un colloquio con lui per capire la sua voglia di mettersi in discussione"

Ventura: Balotelli? Due mesi non bastano ma lo incontrerò

"Ha ripreso da due mesi, è stato un anno e mezzo senza giocare. Non si può pensare che in due mesi sia cambiata improvvisamente la storia di una persona. Sicuramente avrò un colloquio per capire la sua voglia di mettersi in discussione". Così il ct della nazionale Giampiero Ventura parlando in conferenza stampa dal ritiro di Coverciano a proposito di un'eventuale convocazione di Mario Balotelli, tornato a giocare con continuità e su buoni livelli a Nizza.

"Non è il fatto di dire 'io vengo, io vado', se c'è la voglia di essere protagonista all'interno di un gruppo siamo aperti a tutti - ha aggiunto - I tempi non dipendono da me, abbiamo altri due mesi e mezzo per verificare, ci incontreremo. E' una cosa già programmata e lo sa anche lui, ma quello che conta è la nazionale".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

GER, FC Bayern Muenchen vs SG Sonnenhof Grossaspach

Calciomercato, Inter-Barça accordo per Rafinha. Chelsea su Dzeko e Emerson

Il Napoli continua a pensare a Matteo Politano del Sassuolo. Tra gli allenatori Prandelli ha chiuso l'esperienza negli Emirati Arabi

Barcellona vs Deportivo La Coruna - Liga 2016/2017

Calciomercato, Inter insiste per Rafinha. Walcott all'Everton

Dopo l'arrivo di Lisandro Lopez Suning, il direttore sportivo vuole regalare un altro rinforzo a Luciano Spalletti

Champions League - SSC Napoli vs Feyenoord

Calciomercato, Napoli: Deulofeu scende, Politano sale. Maksimovic la chiave

Dopo il rifiuto di Verdi non resta che virare su altri obiettivi

Morte Ciro Esposito: 'Ciao eroe', striscione davanti autolavaggio dove lavorava

Calciatori nel mirino dei violenti. E il razzismo è l'arma prevalente

Uno studio dell'Osservatorio dell'Aic. Spesso sono gli stessi sostenitori della squadra a minacciare. Intimidazioni in lieve calo. Tommasi: "Restiamo in guardia"