Mercoledì 19 Luglio 2017 - 09:00

Strage di via D'Amelio, 25 anni dopo Csm ricorda Borsellino

In tv il film con le sue dichiarazioni sullo smantellamento del pool antimafia. Sarà presente il presidente Mattarella.

Sono passati 25 anni dal 19 luglio 1992, quando una Fiat 126 rubata con cento chili di tritolo saltò in aria in via D'Amelio a Palermo, all'altezza del civico 21, uccidendo Paolo Borsellino e cinque agenti della sua scorta: Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. Unico sopravvissuto l'agente Antonino Vullo. In quel palazzo Borsellino era andato a fare visita alla madre.

Oggi, giorno dell'anniversario, si terrà una seduta straordinaria dell'assemblea plenaria del Csm in ricordo delle vittime della strage mafiosa alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Proprio davanti al Consiglio superiore della magistratura il 31 luglio del 1988 Borsellino era stato convocato dopo le interviste rilasciate a 'la Repubblica' e 'L'Unità', nelle quali denunciava il preoccupante stato di smobilitazione del pool antimafia di Palermo. Borsellino parlò per oltre quattro ore, condannando l'inadeguatezza dei mezzi di contrasto attivati dallo Stato contro la mafia. Il pomeriggio dello stesso giorno veniva ascoltato anche Giovanni Falcone. Quest'ultimo sarà ucciso il 23 maggio 1992 nell'attentato di Capaci. Paolo Borsellino 57 giorni dopo di lui.

Brani di queste audizioni tesissime, mai rese pubbliche integralmente, sono raccontate - nel venticinquesimo anniversario della strage di via D'Amelio - da 'Paolo Borsellino. Essendo Stato', il film documentario di Ruggero Cappuccio, in onda mercoledì 19 luglio alle 23.50 su Rai Storia per 'Diario Civile', con l'introduzione del Procuratore Nazionale Antimafia Franco Roberti.

Sulla strage di via D'Amelio pendono ancora pesanti interrogativi, a partire da chi siano stati i mandanti esterni. L'unico punto fermo, a distanza di un quarto di secolo e dopo un numero incalcolabile di depistaggi, è l'ergastolo per i boss Salvo Madonia e Vittorio Tutino inflitto ad aprile dalla Corte d'assise di Caltanissetta alla fine del processo Borsellino.

 

Scritto da 
  • Silvia Caprioglio
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Uova contaminate, trovati in Italia due casi di positività al fipronil

Uova contaminate, trovati in Italia due casi di positività al fipronil

Lo comunica il ministero della Salute, le analisi sono state effettuate su 114 campioni

Migranti, il Papa: Riconoscere diritto cittadinanza alla nascita e accesso a istruzione

Il Papa: "Riconoscere il diritto di cittadinanza alla nascita"

"Non sono una idonea soluzione le espulsioni collettive" e invita a "regolarizzazione straordinaria per chi rimane a lungo"

Camorra, scambio elettorale ed estorsione: operazione a Salerno

Camorra, scambio elettorale ed estorsione: operazione a Salerno

Emesse quattro ordinanze di custodia cautelare. Sotto la lente i clan del Nocerino-Sarnese

Milano, auto in un canale: un morto e tre dispersi

Milano, auto in un canale: un morto e tre dispersi

E' successo a a Truccazzano, vittima un cinquantenne dell'Ecuador. Non si trova anche un bimbo