Venerdì 28 Luglio 2017 - 08:45

Venezuela, altri due morti negli scontri anti-Maduro

Sale a 107 il bilancio delle vittime della protesta. E i diplomatici Usa lasciano Caracas

A demonstrator is detained at a rally during a strike called to protest against Venezuelan President Maduro's government in Caracas

Altre due persone sono morte giovedì durante le manifestazioni di protesta anti-Maduro in Venezuela. Lo ha reso noto la procura, spiegando le vittime sono un ragazzo di 29 anni, ucciso nella città di Jabillote, nello stato di Anzoátegui, in "circostanze irregolari", e di un 23enne colpito a morte a Cabudare, nello Stato occidentale del Lara. Il bilancio degli scontri era fermo a tre morti e 159 arresti. Fra le tre vittime un uomo di 30 anni e una ragazzo di 16 anni. Gli incidenti mortali sono avvenuti nella capitale Caracas e nella città di Merida.

Secondo l'ong Osservatorio venezuelano dei conflitti, i ragazzi sono stati 'uccisi' durante una manifestazione, anche se l'informazione non ha ricevuto conferma delle autorità. Arriva così a 107 morti i bilancio delle vittime durante le proteste che da quattro mesi sconvolgono il Paese. Negli ultimi tre giorni scontri tra dimostranti e forze di sicurezza si sono registrati in tutto il Paese, in concomitanza con lo sciopero generale di 48 ore, per protestare contro la decisione del presidente Nicolas Maduro di convocare per domenica l'elezione di un'Assemblea costituente, incaricata di riscrivere le regole dello Stato.

Loading the player...

A causa delle violenza e della mancanza "generalizzata di cibo e medicine", il governo americano ha ordinato di lasciare il Venezuela ai familiare del personale diplomatico della sua ambasciata a Caracas. Nell'allerta viaggio, emessa dal Dipartimento di Stato, il governo Usa autorizza inoltre alla "partenza volontaria" dal Venezuela anche di tutti gli impiegati della sede diplomatica. 

Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Conferenza stampa sulla morte di Giulio Regeni

Regeni, bufera su governo dopo caso Nyt. Famiglia: Andremo al Cairo

Secondo Claudio Regeni e Paola Deffendi sarebbe sufficiente "un po' più di pressione sul governo egiziano" per fare chiarezza

Usa 2016, Donald Trump in campagna elettorale

Hope Hicks, nuova direttrice della comunicazione per Trump

Già nel 2016 era stata la portavoce della campagna elettorale di Donald Trump

AUT, Österreich bereitet Grenzkontrollen zu Italien vor

Migranti, Austria invierà 70 soldati al Brennero

I militari non verranno schierati, né saranno dispiegati carri armati: serviranno ad aiutare nei controlli

Nord Corea, Trump: Da Kim decisione saggia, alternativa era catastrofe

Corea, Trump: Decisione saggia di Kim, alternativa era catastrofe

Kim ha deciso di "osservare per un po'" il comportamento Usa prima di intraprendere la minacciata offensiva contro Guam