Sabato 21 Maggio 2016 - 09:45

Venezuela, Maduro ordina manovre militari contro 'golpe'

Il presidente crede sia in atto un colpo di Stato appoggiato da Paesi stranieri

Venezuela, Maduro ordina manovre militari contro 'colpo di Stato'

Il Venezuela ha iniziato ieri una serie di esercitazioni militari su ordine del presidente Nicolas Maduro convinto di doversi preparare ad affrontare il presunto colpo di Stato e l'intervento degli eserciti stranieri. Il presidente, infatti, ha manifestato più volte l'idea di essere vittima di "una guerra non convenzionale" che mette in discussione, a suo avviso, "il diritto nazionale e internazionale" con l'intento di minare la sua popolarità e ottenere la sua destituzione prima del termine previsto nel 2019.

Nel frattempo, la coalizione dell'Ufficio di Unità democratica (Mud) insiste nel voler indire un referendum per la revoca del presidente stesso e ha accusato il Consiglio nazionale elettorale, il Cne, di star cercando scuse per invalidare le oltre due milioni di firme raccolte per richiedere la consultazione popolare.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

US-POLITICS-TRUMP-PRISON REFORM

Russiagate, Trump chiede inchiesta su spionaggio durante sua campagna

Il presidente Usa vuole fare chiarezza sulla possibile infiltrazione dell'amministrazione Obama

Lo chef Mario Batali coinvolto in un caso di molestie sessuali a passeggio per New York

Usa, nuove accuse di molestie e violenza contro lo chef Mario Batali

Avrebbe aggredito due ex dipendenti del ristorante newyorkese 'The Spotted Pig' sotto l'effetto di droghe e alcol

Venezuela Elezioni: Nicolas Maduro al voto

Venezuela, rieletto Maduro. Ma l'opposizione grida ai brogli

Il presidente riconfermato fino al 2025. Gli avversari denunciano pressioni sugli elettori e chiedono una nuova consultazione

US-POLITICS-ECONOMY-IMF-WORLDBANK-SPRING-MEETINGS

La Francia avverte l'Italia: "Se non rispetta impegni a rischio stabilità dell'eurozona"

Il ministro dell'Economia Bruno Le Maire lancia l'allarme e ricorda: "In Europa ci sono regole da rispettare"