Martedì 02 Maggio 2017 - 08:00

Venezuela, Maduro: Nuova Costituente. Scontri in piazza

Per l'opposizione si tratta di un golpe. Proteste a Caracas e in altre città del Paese per il primo maggio

Venezuela, Maduro: Nuova Assemblea  costituente. Ancora scontri in piazza

Il presidente del Venezuela, Nicolas Maduro ha annunciato un voto nazionale per convocare una nuova 'Assemblea Costituente', per fronteggiare il conflitto politico nel paese dopo un mese di proteste antigovernative. Secondo l'opposizione sarebbe una mossa per cercare di mantenere il potere. Maduro ha dichiarato che si tratta dell'unica alternativa per raggiungere la pace nel Paese e evitare il presunto colpo di stato stato contro il suo governo. " Sto parlando di una Costituente profondamente operaia, decisamente operaia, che appartenga profondamente alle comune", ha annunciato il presidente in un comizio in occasione della tradizionale sfilata della Festa dei Lavoratori. 

Nello stesso momento in piazza continuavano gli scontri tra manifestanti e forze dell'ordine che da giorni stanno insanguinando il Paese. A Caracas i dimostranti sono stati caricati dalla polizia quando hanno cercato di raggiungere, superando i blocchi degli agenti in assetto antisommossa, l'ufficio delle commissione elettorale nazionale ed alla sede della Corte Suprema. 
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Attacco ad un mezzo militare a Parigi

Francia, presunta sparatoria a Nimes: evacuata la stazione

I media francesi danno notizia di tre uomini arrestati dalla polizia dopo una sparatoria, ma per la prefettura non ci sarebbero stati colpi di arma da fuoco

Militanti ceceni prendono in ostaggio oltre 1000 tra donne e bambini in una scuola a Ossezia, Russia

Russia, accoltella otto passanti: Isis rivendica l'attentato

L'assalitore è un giovane del posto le autorità russe avevano scartato la pista del terrorismo

Germania, arrestati due adolescenti per attacco a Wuppertal

La polizia cerca altri due uomini di 23 e 29 anni legati ai fatti