Mercoledì 16 Agosto 2017 - 10:45

Venezuela, liberato il violinista icona delle proteste anti Maduro

Negli ultimi giorni alcuni familiari avevano denunciato che durante la detenzione era stato torturato

Venezuela, liberato il violinista icona delle proteste anti Maduro

È stato liberato in Venezuela il violinista Wuilly Arteaga, diventato un simbolo delle proteste anti Maduro per la sua abitudine di suonare alle manifestazioni. Il giovane, 23 anni, è stato rilasciato dopo tre settimane: era stato arrestato lo scorso 27 luglio. A riferirlo il procuratore generale venezuelano, Tarek William Saab. Arteaga ha raggiunto popolarità perché suonava l'inno nazionale anche mentre i lacrimogeni lo avvolgevano e intorno a lui volavano proiettili di gomma. Ma era diventato un'icona soprattutto dopo avere denunciato che le forze di sicurezza gli avevano rotto il violino, il che aveva scatenato un'ondata di solidarietà. L'accusa, al momento dell'arresto, era di "istigazione pubblica e possesso di sostanze incendiarie". Negli ultimi giorni alcuni familiari avevano denunciato che durante la detenzione era stato torturato. In Venezuela le proteste anti governative vanno avanti dal 1° aprile scorso e il bilancio è di oltre 120 morti.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Car emissions figures

Germania, Amburgo è la prima città a imporre divieti a veicoli diesel

I veicoli che non rispettino gli standard di emissioni Euro 6 non potranno circolare in una zona di 580 metri della trafficata Max-Brauer-Allee

Georgia, prima donna di colore candidata come governatrice

Stacey Abrams ha vinto le primarie democratiche, a novembre le elezioni

Bruxelles, Mark Zuckerberg al parlamento europeo

Facebook, Zuckerberg si scusa all'Ue. "No ingerenze in future elezioni"

Il fondatore del social network al Parlamento europeo. Tajani: "Monitoreremo"

Donald Trump riceve il presidente sudcoreano Moon Jae-in alla Casa Bianca

Nord Corea, Trump: "Possibile un rinvio del vertice con Kim"

L'incontro tra il presidente Usa e il leader nordcoreano è fissato per il 12 giugno a Singapore