Mercoledì 20 Gennaio 2016 - 16:30

Venezia, traffico modificato per il Carnevale

Il Comune ha emesso un'ordinanza ad hoc

Il Carnevale di Venezia

 In occasione del Carnevale di Venezia, il comune ha emesso un'ordinanza con cui viene regolamentato il traffico acqueo in vista dei cortei di imbarcazioni a remi e degli spettacoli su installazioni galleggianti. Per le manifestazioni che si svolgeranno in Canale di Cannaregio da domani, giovedì 21, a sabato 23 gennaio, dalle 9 alle 20 - e comunque fino al termine delle operazioni del trasporto e scarico di materiale - vengono riservate le rive 123-02, 019-01, 019-02, in F.ta San Giobbe e la riva F020-010 in F.ta Savorgnan.

Inoltre, dalle 9 del 21 gennaio alle 15 di domenica 24 gennaio vengono sospese le occupazioni di spazio acqueo presenti in corrispondenza al tratto di Fondamenta S. Giobbe tra Ponte dei Tre Archi e la confluenza con il rio della Crea. Venerdì 22 gennaio, dalle 23.40, e comunque dopo il transito dell'ultima corsa di linea Actv, fino alle ore 2 del 23 gennaio, per lo svolgimento delle prove generali dello spettacolo, viene chiuso al traffico acqueo il canale tra Ponte delle Guglie e Ponte dei Tre Archi, per tutte le unità ad eccezione di quelle dell'organizzazione e salvo esigenze di transito per emergenze.

Sabato 23 gennaio, dalle 17 alle 21 e comunque fino al termine della manifestazione 'Spettacolo sull'acqua incanto delle arti ritrovate', il canale di Cannaregio, compreso tra il Ponte dei tre Archi e il Ponte delle Guglie, sarà chiuso al traffico acqueo di tutte le imbarcazioni, sia a remi che a motore, compresi i mezzi Actv e Alilaguna. Viene interdetto l'utilizzo degli imbarcaderi Actv delle fermate 'Crea' e 'Guglie'.

Domenica 24 gennaio, invece, dalle 11 alle 15, durante lo svolgimento della "Festa  veneziana", verrà interdetto al traffico a tutte le unità, comprese quelle che occupano le concessioni di spazio acqueo all'interno e i mezzi di trasporto pubblico Actv e Alilaguna, il tratto del canale  compreso tra la fermata Actv  "Tre Archi" e la confluenza con il Canal Grande. E' autorizzata la circolazione delle imbarcazioni a remi e a motore che fanno parte del corteo fino all'area di raggruppamento intorno al ponte dei Tre Archi; durante la stessa fascia oraria le rive pubbliche di Fondamenta di Cannaregio n. 015-4, 015-43 e 015-39 sono riservate allo stazionamento di caorlina a remi con intrattenimento musicale a bordo.

In Canal Grande domenica 24 gennaio viene autorizzata la circolazione delle imbarcazioni a remi e delle unità a motore di servizio partecipanti alla manifestazione "Festa Veneziana", dalla partenza da Punta della Dogana alle ore 11 fino all'arrivo in Canale di Cannaregio in prossimità del ponte dei Tre Archi alle ore 12 circa. Durante il transito del corteo, le imbarcazioni che vorranno immettersi in Canal Grande dai rii dovranno dargli la precedenza e lasciare libero il passaggio, anche accostando alle sponde; i mezzi Actv e Alilaguna dovranno compiere le proprie manovre in maniera che non sia ostacolato il passaggio del corteo, eventualmente sostando brevemente agli approdi; gli organizzatori dovranno comunque guidare la navigazione dei partecipanti in modo che sia sempre possibile lo scorrimento del traffico: le imbarcazioni dovranno occupare una sola sezione di canale e procedere senza soste e interruzioni.

Sabato 6 febbraio, dalle 15 alle 16, è autorizzata la circolazione delle circa 25 gondole e dei mezzi a motore di servizio che costituiscono il "Corteo delle Nazioni", da Ca' Giustinian (partenza alle ore 15.30) fino all'arrivo in corrispondenza a palazzo Sagredo (Traghetto gondole S. Sofia); domenica 7 febbraio viene consentita la "Regata de Carneval" che si svolgerà nel tratto compreso tra Ca' Giustinian e San Marcuola tra le ore 10 e le 10.45.

Martedì 9 febbraio è autorizzata la circolazione, per la manifestazione "Corteo Storico delle Marie", di circa 10 imbarcazioni a remi e delle unità a motore di servizio. Partenza alle ore 15 da P.zzo labia, transito in Canale di Cannaregio, attraversamento del Canal Grande, Rio di Zan Degolà, rio di Sant'Agostino, rio di San Polo  e Canal Grande con arrivo al Todaro a San Marco.

Per le manifestazioni organizzate nell'area di Piazza San Marco dal 30 gennaio al 9 febbraio è temporaneamente variata la destinazione di alcune rive pubbliche: nei giorni 30 - 31 gennaio e 6-7-9 febbraio la riva di Calle dell'Ascension e il relativo pontile pubblico all'interno del rio dei Giardinetti vengono riservati in esclusiva alle idroambulanze; qualsiasi altro mezzo potrà utilizzare la riva subordinatamente al servizio di presidio sanitario e strettamente per le operazioni di carico-scarico con i conducenti sempre a bordo. In caso di alta marea eccezionale, che non consenta il passaggio delle idroambulanze sotto il Ponte dell'"Accademia dei Pittori", queste sono autorizzate a stazionare in una delle cavane del pontile galleggiante della stazione comunale taxi in Bacino di San Marco-Giardinetti.

Il pontile destinato alle operazioni di movimentazione delle merci al Molo di San Marco, in corrispondenza della Loggetta della Biblioteca Marciana "Todaro", viene riservato in esclusiva alle operazioni di scarico e successivo prelievo degli elementi del palco.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Milano, 42enne muore in casa: figlia di 3 anni la veglia per 24 ore

Milano, 42enne muore in casa: figlia di 3 anni la veglia per 24 ore

La donna è probabilmente morta per shock anafilattico

Esselunga, lunedì mattina supermercati chiusi per scomparsa Caprotti

Esselunga, lunedì mattina supermercati chiusi per scomparsa Caprotti

Il fondatore della grande catena di supermercati è morto all'età di 90 anni

Papa: C'è una guerra mondiale contro il matrimonio, teoria del gender grande nemica

Papa: Teoria del gender grande nemica del matrimonio

Bergoglio in visita in Georgia torna a difendere l'unione tra uomo e donna: "I divorzi sporcano l'immagine di Dio"

Firenze, cadavere decapitato trovato nel bosco: è mistero

Firenze, ritrovato cadavere in un bosco: era impiccato

L'uomo aveva la testa praticamente staccata dal resto del corpo