Sabato 09 Settembre 2017 - 19:30

Tutti i premi di Venezia 74, Del Toro vince il Leone d'oro

Xavier Legrand vince il Leone d'argento e scoppia in lacrime: "Jusqu'à la garde" è la sua opera prima

74° Mostra internazionale d'arte cinematografica a Venezia - Cerimonia di premiazione

Il Leone d'oro per il miglior film di Venezia 74 parla messicano. Ad aggiudicarselo il regista Guillermo del Toro per The Shape of Water. Una dedica speciale per i giovani colleghi latinoamericani. La giuria della 74/a edizione della Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia ha scelto quest'anno di premiare una favola ultraterrena ambientata intorno al 1962 sullo sfondo dell'America della Guerra Fredda. All'interno del remoto laboratorio governativo di massima sicurezza dove lavora, la solitaria Elisa è intrappolata in una vita di silenzio e isolamento che viene cambiata per sempre quando lei e la sua collega Zelda scoprono un esperimento segreto. Poi sboccia l'amore tra un mostro acquatico e una delle due donne delle pulizie.

 Il Gran Premio della Giuria poi è stato assegnato alla pellicola Foxtrot dell'israeliano Samuel Maoz. Ancora, la Coppa Volpi come migliore attrice alla britannica è andata Charlotte Rampling per il film Hannah del nostro Andrea Pallaoro, mentre Kamel El Basha, uno dei due duellanti protagonisti di The Insult del regista Ziad Doueiri, si è portato a casa il riconoscimento per la migliore interpretazione maschile.

Serata da incorniciare anche per il francese Xavier Legrand, che ha conquistato il Leone d'argento per la miglior regia e, subito dopo aver ricevuto il premio, è scoppiato in lacrime di gioia. Il transalpino ha vinto anche il Leone del futuro opera prima Luigi De Laurentiis.

Intanto, un altro pezzo di Italia ha avuto di che festeggiare a Venezia, perché il premio Orizzonti per il miglior film è andato a Nico, 1988 di Susanna Nicchiarelli. Così sul palco con voce commossa: "Questo è un film complicato, perché è italiano ma anche internazionale visto che abbiamo girato l'Europa". Sempre a proposito del Belpaese, riconoscente anche la sempreverde Rampling: "L'Italia è la mia più grande fonte di ispirazione. Ho fatto molti film qui. Ho lavorato all'inizio della mia carriera con Gianfranco Mingozzi, poi con Luchino Visconti, Liliana Cavani, Adriano Celentano e tanti altri. Ed essere premiata qui oggi con il film di Pallaoro, un regista delle nuova generazione, mi fa ancora più piacere, perché vuol dire che la mia vita è connessa". Quindi, del Toro si è lasciato sfuggire un "Chiamerò questo premio Sergio Leone".
 

 

Ecco l'elenco comoleto dei premi assegnati dalle quattro giurie

 

Giuria Principale - VENEZIA 74

Leone d'oro: vince The Shape of Water di Guillermo Del Toro
Leone d'argento per la miglior regia: va a Xavier Legrand per la pellicola Jusqu'à la garde
Leone d'argento-Gran Premio:
è stato assegnato a Foxtrot di Samuel Maoz
Migliore sceneggiatura: vince Martin McDonagh per Three Billboards Outside Ebbing, Missouri
Coppa Volpi per il miglior attore: va a Kamel El Basha per The Insult di Ziad Doueiri
Coppa Volpi per la migliore attrice: vince Charlotte Rampling per il film Hannah del regista italiano Andrea Pallaoro
Marcello Mastroianni per il miglior attore o la migliore attrice emergente: vince il 18enne americano Charlie Plummer per Lean on Pete
Il miglior cortometraggio:
 vince Grosse chagrin di Céline Devaux
Il premio speciale della giuria: va a Sweet Country di Warwick Thornto 

 

Sezione Orizzonti

Miglior film: Nico, 1988 di Susanna Nicchiarelli
Migliore regia: va a Vahid Jalilvand per il film iraniano Bedoune Tarikh, Bedoune Emza
Migliore sceneggiatura: vince Los versos del olvido di Alireza Khatami
Miglior attore: vince l'iraniano Navid Mohammadzadeh per Bedoun Tarikh, Bedoune Emza
Migliore attrice: 
vince Lyna Khoudri per Les Bienheureux
Premio speciale della giuria: va al documentario Caniba di Lucien Castaing-Taylor e Verena Paravel
 

Premio Luigi De Laurentiis

Leone del futuro opera prima Luigi De Laurentiis: vince Jusqu'à la garde di Xavier Legrand

 

Venezia Classici

Venezia Classici per il miglior film restaurato: vince Idi i smotri (Va' e vedi) di Elem Klimov
Venezia Classici per il miglior documentario sul cinema: vince The Prince and the Dybbuk di Elwira Niewiera e Piotr Rosolowski

 

Venezia Virtual Reality

Miglior esperienza Virtual reality: vince La camera insabbiata di Laurie Anderson e Hsin-Chien Huang
Migliore storia Virtual reality: vince Bloodless di Gina Kim
Miglior Vrtual Reality: vince Arden's Wake (Expanded) di Eugene YK Chung

Scritto da 
  • Luca Rossi
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Premiere di "The Promise" a Los Angeles

Molestie, una fan accusa Stallone ma lui nega: "Storia ridicola e falsa"

La donna ha dichiarato che, nel 1986, l'attore la costrinse ad avere un rapporto sessuale a tre

Molestie, accuse a Sylvester Stallone: fan 16enne costretta a rapporto a tre

La violenza - riporta il Daily Mail - sarebbe avvenuta in un albergo di Las Vegas nel 1986, quando l'attore lavorava ad 'Over the Top'

Kevin Spacey allegations

Molestie, teatro Old Vic Londra: 20 testimonianze contro Kevin Spacey

L'attore ne è stato il direttore artistico dal 2004 al 2015

Accuse a Brizzi, la moglie lo difende: "Per me sono solo voci"

Non la pensa così Asia Argento, che su 'Oggi' dichiara: "Non l'ho mai conosciuto ma sono dalla parte delle vittime. Non si può dubitare di dieci ragazze che raccontano lo stesso modus operandi"