Martedì 02 Gennaio 2018 - 10:15

Verona, identificata donna fatta a pezzi: è una marocchina 46enne

La notizia era stata anticipata dal sindaco di Valeggio, Angelo Tosoni

Carabinieri in Via Cogne 20 nel palazzo dove è stato tenuto nel fusto per un mese il cadavere di Andrea La Rosa

Appartiene a una 46enne marocchina che abitava a Verona da una ventina d'anni, il cadavere smembrato, ritrovato tre giorni fa in un campo a Gardoni Valeggio sul Mincio. Lo confermano fonti dei carabinieri di Villafranca, dopo che il sindaco di Valeggio, Angelo Tosoni, aveva parlato della vicenda al 'Corriere del Veneto'. La vittima aveva il permesso di soggiorno, lavorava saltuariamente come badante e addetta alle pulizie. Viveva da sola da quando, anni fa, si era separata dal marito, che ora i carabinieri stanno cercando.

La vittima indossava solo la biancheria intima e per gli investigatori sarebbe stata uccisa e fatta a pezzi non nel campo dov'è stata trovata (dove non ci sono tracce di sangue), ma in una località diversa, probabilmente non molto distante. Per confondere le tracce, poi, l'omicida ha sezionato il cadavere in una dozzina di parti, utilizzando con ogni probabilità una motosega, e si è liberato dei resti lungo una strada di campagna. Il corpo è stato trovato a Gardoni, vicino un uliveto e a poca distanza da un ex deposito militare, in una zona dove ci sono molti animali selvatici, compresi i cinghiali, che avrebbero potuto far sparire i resti.

Di sicuro, però, il killer sapeva che il recinto, accanto al quale ha lasciato il cadavere, era elettrificato. Il cavallo che abitualmente è all'interno non è stato turbato dalla sua presenza. A trovare i sacchetti con dentro il corpo della vittima è stata proprio la padrona dell'animale, che il 30 dicembre ha notato la testa della vittima nel prato e ha dato l'allarme.

Decisive per identificare la vittima sono state le impronte digitali, rilevate domenica scorsa dal medico legale nel corso dell'autopsia. Gli esiti saranno importanti per tentare di stabilire le cause della morte della 46enne. Un compito non facile, proprio perchè il killer ha fatto di tutto per confondere le tracce.

Sul perchè la 46enne sia stata uccisa, però, è ancora giallo. In attesa della relazione del medico legale, i carabinieri di Verona stanno indagando sulla vita della donna, con un'attenzione particolare soprattutto sulle sue amicizie e frequentazioni.
 

Scritto da 
  • Benedetta Dalla Rovere
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Quattro letti e gamberetti a pranzo: il gatto Gerry eredita 30mila euro

Il felino è stato citato nel testamento della sua anziana padrona. Ora i familiari della donna dovranno provvedere al "mantenimentodel suo benessere"

Vento fino a 200 km/h: due morti e due feriti, disagi in tutta Italia

Sono stati 1226 gli interventi dei vigili del fuoco per alberi sradicati. Difficili i collegamenti con le isole minori della Toscana

Napoli, processo Silvio Berlusconi  per corruzione

Caso Consip, archiviate indagini su Woodcock e Sciarelli

Il pm era indagato per falso e, insieme alla giornalista, per rivelazione del segreto d'ufficio. Continuano le indagini su altre 12 persone

Sentenza processo Emilio Fede

Avvocatessa col velo cacciata dall'aula del Tar di Bologna

Aveva il volto scoperto. Le è stato impedito di seguire il processo. Origini marocchine, da 25 anni in Italia dove si è laureata: "Non mi era mai successo"