Giovedì 02 Marzo 2017 - 18:00

Bruxelles, veicolo sospetto con bombole gas: udita esplosione

Preoccupazione nella capitale belga: zona presidiata

Veicolo sospetto con bombole gas a Bruxelles: evacuata la zona

 C'era un uomo segnalato come radicalizzato alla guida del veicolo fermato a Bruxelles a bordo del quale c'erano delle bombole di gas. È quanto riporta l'emittente belga francofona Rtbf, citando come fonte il sindaco di Saint-Gilles, Charles Picqué. Secondo la sua ricostruzione, "sono i poliziotti di Saint-Gilles che hanno individuato una vettura per eccesso di velocità. L'hanno seguita" e "sono riusciti a fermarla". Inoltre "la persona che guidava era segnalata come radicalizzata. Hanno chiesto di aprire il bagagliaio della macchina, ma la persona si è rifiutata. Hanno allora forzato il bagagliaio e hanno scoperto le bombole di gas". Secondo Picqué, in questo momento è "difficile misurare il livello di pericolosità" del materiale contenuto nel veicolo.

Un giornalista di Reuters riferisce di avere sentito una piccola esplosione circa un'ora dopo la diffusione della notizia. Non è chiaro se si sia trattato o meno di un'esplosione controllata da parte della squadra di artificieri che è stata dispiegata sul posto.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Papa Francesco in visita a Temuco

Cile, Papa condanna frange estremiste nativi: "No riconoscimento a prezzo vite"

Continua il viaggio di papa Francesco in Cile. Il pontefice ha celebrato la santa messa davanti alle rappresentanze delle popolazioni indigene originarie dell'Araucanìa

Catalogna: si riunisce il nuovo Parlamento

Catalogna, indipendentista Torrent eletto presidente Parlament

È stato eletto con 65 voti a favore e 56 contrari

Russiagate, da Mueller mandato comparizione per Bannon

L'ex capo stratega della Casa Bianca chiamato per testimoniare davanti a un grand jury sui possibili legami fra lo staff di Trump e la Russia durante la campagna elettorale

Papa Francesco in Cile

Cile, altre 3 chiese attaccate all'alba: 9 da scorsa settimana

Gli ultimi attacchi incendiari qualche ora dopo l'arrivo di Papa Francesco.