Lunedì 04 Luglio 2016 - 18:30

Vatileaks, pm chiede un anno per Nuzzi e assoluzione Fittipaldi

Chiesti, invece, 3,9 anni a Chaouqui, 3,1 a Balda e 1,9 a Maio

Gianluigi Nuzzi ed Emiliano Fittipaldi

Nel processo in Vaticano per fuga di notizie riservate sonosciuto come Vatileaks 2, i promotori di giustizia hanno chiesto la condanna di monsignor Lucio Angel Vallejo Balda, ex segretario generale della Cosea, di Francesca Immacolata Chaouqui, ex membro della commissione, del collaboratore di Balda Nicola Maio e del giornalista Gianluigi Nuzzi, autore del libro 'Via Crucis'. Chiedono invece l'assoluzione per insufficienza di prove per Emiliano Fittipaldi, giornalista dell'Espresso e autore di 'Avarizia'.

"Per monsignor Balda - fa sapere il portavoce della Santa Sede, padre Federico Lombardi - è stata richiesta la condanna ad anni tre e mesi uno di reclusione. Per Chaouqui, ritenuta ispiratrice e responsabile delle condotte contestate, sono stati richiesti anni tre e nove mesi.
Per Maio, in considerazione del limitato ruolo avuto nella vicenda, è stata chiesta la condanna a un anno e nove mesi di reclusione. Per i giornalisti si è ritenuto di differenziare, in ragione di quanto emerso dall'istruttoria e dalla fase dibattimentale, le due posizioni, concludendo con una richiesta di assoluzione per insufficienza di prove per Emiliano Fittipaldi e con una richiesta di condanna ad un anno di reclusione, con sospensione condizionale della pena, per Gianluigi Nuzzi".

Gianluigi Nuzzi ha scritto su Twitter: "Il pubblico ministero vaticano chiede la mia condanna a un anno di carcere per concorso morale e assoluzione per Fittipaldi". Poi i un altro tweet ha aggiunto :"Un anno e mezzo per chi fa proprio dovere di giornalista  e scrittore e i pedofili in libertà?".

 

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

'La battaglia di Irene' - Foto tratta dalla pagina Facebook dell'Associazione Luca Coscioni

'La battaglia di Irene' e l'appello doloroso del marito per l'eutanasia

La donna, morta prima di ottenere il suicidio assistito in Svizzera, è il nuovo volto della campagna promossa dall'associazione Luca Coscioni

Natalia Mesa Bush da Borsalino

Fallita l'azienda Borsalino: respinto concordato Camperio per evitare la bancarotta

Toccherà ora al tribunale e a curatori fallimentari, Stefano Ambrosini e Paola Barisone, decidere come muoversi

Milano, temperature vicine allo zero, persone infreddolite a porta Nuova

Nebbia e gelo: il meteo del 17 e del 18 dicembre

Continuano a scendere le temperature in questo nuovo inizio di settimana