Giovedì 21 Settembre 2017 - 20:45

Vaticano, gendarmeria allontana clochard per "decoro pubblico"

Fatti spostare dai bivacchi. Ma potranno ancora dormire nel colonnato del Bernini

Papa Francesco celebra la Santa Messa di Pasqua - Urbi et Orbi in Piazza San Pietro

Niente più bivacchi di clochard in Via della Conciliazione a Roma e, soprattutto, sotto il colonnato di piazza San Pietro. I senza fissa dimora, comunque, potranno continuare a dormire protetti dalle colonne del Bernini, e restano i bagni e le docce fatte installare da Papa Francesco.

Una svolta a metà, insomma, quella decisa dalla Gendarmeria vaticana, che per "decoro pubblico" ha deciso di allontanare, durante le ore diurne, chi bivacca tra turisti e fedeli. A dire il vero, chi oggi è andato a San Pietro ha continuato a vedere i senza fissa dimora. Il problema, più che la loro presenza, è il bivacco che rovina il pubblico decoro. C'è chi nota, comunque, che restano al loro posto i venditori ambulanti, con il loro corredo di selfie sticks e piccoli Colossei da usare come suppellettili. 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Operazione 'Gramigna' dei Carabinieri.Scacco al clan Casamonica

Bari, uomo si barrica in casa con il fucile: bloccata la strada

A Palo del Colle. Con lui c'era anche la zia, che poi sarebbe riuscita a mettersi in salvo. Forze dell'ordine sul posto

Sanremo 2015 - Quarta serata

Padova, laurea in Scienze per Sammy Basso, affetto da invecchiamento precoce

Il ragazzo di 22 anni è il volto di diverse iniziative a favore della ricerca su questa rara malattia, la progeria. In Italia ci sono 5 casi

Migranti soccorsi dalla nave Diciotti della Guardia Costiera italiana sbarcano a Pozzallo

Migranti, presi 11 scafisti a Pozzallo, 4 annegati. Austria: "Non da noi"

Tra i fermati, anche il comandante dell'equipaggio. Il cancelliere Sebastian Kurz invia una lettera al premier Conte: "Non li accogliamo"

Estate, al 24% degli italiani capita di perdere i figli durante le vacanze

Luoghi affollati come spiagge, piscine, parchi a tema e centri commerciali diventano luoghi pericolosi