Lunedì 21 Maggio 2018 - 11:00

Valle d'Aosta, Union Valdotaine in testa al 19,25%, vola la Lega a 17,08%

Spoglio centralizzato. L'affluenza è stata del 65,12%, con 67 mila 146 votanti su 103 mila 117 aventi diritto

Elezioni Regionali Valle d'Aosta, giornata di spoglio

Vola la Lega e perde l'Union Valdotaine. Cala ancora il Pd e crolla (rispetto alle politiche del 4 marzo) il Movimento 5 Stelle. Sono i primi dati parziali delle elezioni regionali in Val D'Aosta. A scrutinio terminato (67.160 schede votate), l'Union Valdotaine è al 19,25% (7 seggi), seguita a poca distanza dalla Lega Salvini Vallee d'Aoste al 17,06% (7 seggi). L'Union Valdotaine progressista è al 10,59% (4 seggi), il M5S registra il 10,44% (4 seggi) e l'Area Civica al 10,66% (4 seggi). Il Pd si attesta al 5,39%, mentre il Centro Destra Valle d'Aosta, che comprende FI e FdI, si ferma al 2,92%%: entrambi non avranno seggi in Consiglio Regionale. Prima del Pd, si classificano gruppi locali come Alpe (9,00% e 3 seggi), Impegno Civico (7,54%, 3 seggi) e Mouv (7,13%, 3 seggi). Un governo regionale, allo stato, sembra quasi impossibile: Lega e M5S arrivano a 11 seggi su 35 e, dall'altra parte anche Uv e Uvp arrivano a 11. Alla fine, entreranno in gioco le formazioni minori schierandosi con una delle due possibili coalizioni.

Gli spostamenti, rispetto alle precedenti regionali (ma anche alle politiche dello scorso 4 marzo) sono notevoli. Nel 2013, l'UV prese il 33,47%, la Stella Alpina-Lega Nord il 12,25%, il centrodestra 4,21%, Pd 8,88, l'UV progressista il 19,21%, gli ecologisti il 12,41 mentre il M5S arrivò al 6,52%. E rispetto alle politiche del 4 marzo scorso, c'è da registrare il crollo verticale del M5S (già verificatosi in Molise e Friuli) che ha perso  oltre la metà del suo 24,10%. La Lega era arrivata al 17,45% e il Pd  (in coalizione con Uv, Uvp e Epav) al 21,74% (paragone, quindi, impossibile. Il centrodestra (Fi, FdI e Nuova Valle d'Aosta), all'8,33%..

Domenica la percentuale definitiva di affluenza al voto è stata del 65,12%, con 67 mila 146 votanti su 103 mila 117 aventi diritto. Nel 2013, aveva votato il 73,03% degli aventi diritto, secondo quanto fa sapere la presidenza della Regione.

Lo scrutinio delle schede elettorali si svolge in via sperimentale e provvisoria, attraverso un sistema centralizzato, come prevede la legge regionale del 16 ottobre scorso: avverrà infatti in quattro sedi (nei comuni di Saint Pierre, Fenis, Verres ed Aosta) dove i voti espressi affluiranno dai 151 seggi, distribuiti in 74 comuni, in gran parte di montagna.

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Comunali, 75 città al ballottaggio: quasi tre milioni alle urne

Quattordici i capoluoghi al voto. La Sicilia la regione con il maggior numero di elettori impegnati

Pensioni, Di Maio annuncia: "Aumenteremo le minime con il taglio di quelle d'oro"

Il ministro vuole eliminare le "distorsioni del vecchio metodo retributivo". E promette: "Con il miliardo risparmiato aiuteremo chi prende meno"

Roma, Elezioni comunali Municipio VIII

Dall'accordo di governo guadagna più M5S o Lega? Dai ballottaggi la prima risposta

Secondo gli ultimi sondaggi, Il Carroccio avrebbe 'asfaltato' gli alleati. Ma le stime non sempre sono infallibili

Centro Congressi "La Nuvola". XVII Congresso Nazionale della UIL

Di Maio: "Otto ore di lavoro utile gratis a settimana per avere reddito cittadinanza"

Il vicepremier alla platea della Uil: "Non daremo soldi per stare seduti sul divano"