Lunedì 14 Novembre 2016 - 15:00

Valencia, Prandelli fa shopping in Italia: da Zaza a Insigne

Anche Lapadula nel mirino dell'ex ct della Nazionale

Valencia, Prandelli fa shopping in Italia: da Zaza a Insigne

Arrivato a Valencia da poco più di un mese, Cesare Prandelli ha già le idee chiare su cosa serve alla squadra per tornare nei piani alti della Liga spagnola. Secondo quanto riferisce As, l'ex ct della Nazionale nelle scorse settimane avrebbe assistito a diverse partite del campionato di Serie A fra cui Genoa-Milan e avrebbe stilato una lista di possibili rinforzi da portare a Valencia. In cima alla lista c'è Simone Zaza, l'attaccante ex Juve non sta trovando spazio al West Ham e già a gennaio potrebbe cambiare aria. Altro giocatore seguito da Prandelli è Gianluca Lapadula, chiuso da Carlos Bacca nel Milan e desideroso di mettersi in luce.

Anche Lorenzo Insigne e Manolo Gabbiadini sarebbero due profili appetibili, Prandelli li conosce e saprebbe come farli rendere al meglio. Appare molto difficile, infine, arrivare ad Andrea Belotti. Il centravanti del Torino si sta mettendo in luce con la Nazionale e per strapparlo ai granata servirebbe un investimento economico molto importante.

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

GER, FC Bayern Muenchen vs SG Sonnenhof Grossaspach

Calciomercato, Inter-Barça accordo per Rafinha. Chelsea su Dzeko e Emerson

Il Napoli continua a pensare a Matteo Politano del Sassuolo. Tra gli allenatori Prandelli ha chiuso l'esperienza negli Emirati Arabi

Barcellona vs Deportivo La Coruna - Liga 2016/2017

Calciomercato, Inter insiste per Rafinha. Walcott all'Everton

Dopo l'arrivo di Lisandro Lopez Suning, il direttore sportivo vuole regalare un altro rinforzo a Luciano Spalletti

Champions League - SSC Napoli vs Feyenoord

Calciomercato, Napoli: Deulofeu scende, Politano sale. Maksimovic la chiave

Dopo il rifiuto di Verdi non resta che virare su altri obiettivi

Morte Ciro Esposito: 'Ciao eroe', striscione davanti autolavaggio dove lavorava

Calciatori nel mirino dei violenti. E il razzismo è l'arma prevalente

Uno studio dell'Osservatorio dell'Aic. Spesso sono gli stessi sostenitori della squadra a minacciare. Intimidazioni in lieve calo. Tommasi: "Restiamo in guardia"