Mercoledì 12 Luglio 2017 - 13:45

Valsusa, conducente: Non volevo uccidere, solo prendere targa

Maurizio De Giulio, che domenica ha travolto una coppia di motociclisti uccidendo una 26enne, è accusato di omicidio volontario

Val di Susa, il conducente: Non volevo uccidere, solo prendere targa

"Non volevo uccidere. L'intenzione era solo quella di prendere il numero di targa". Così al gip Maurizio De Giulio, l'uomo che domenica ha travolto una coppia di motociclisti in Valsusa, nel torinese, causando la morte di Elisa Ferrero. L'uomo è assistito da due nuovi legali, Marco Moda e Vittorio Nizza. La Procura di Torino ha chiesto al gip la convalida dell'arresto con permanenza in carcere con l'accusa di omicidio volontario.

"È completamente sconvolto, anche se sa che è nulla rispetto a quello che stanno passando i familiari", dice a LaPresse l'avvocato Moda. A proposito dell'episodio avvenuto nel 2015, quando De Giulio avrebbe aggredito la conducente di un altro veicolo, il legale precisa: "È una circostanza che non c'entra nulla ed è tutta da verificare, non c'è nessuna sentenza su quell'episodio".

 

Loading the player...
Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Smog  e nebbia - panoramica stazione Centrale con Grattacieli

Smog, Appendino: Situazione grave, non è esagerato tenere le finestre chiuse

La città di Torino è maglia nera per sforamento dei livelli di polveri sottili

La Torino bene trema: riaperto un caso di oltre 40 anni fa

In esclusiva su 'Giallo' le nuove rivelazioni sull'omicidio dell'allora 25enne Martine Beauregard

Asti, litigio finisce in tragedia: marito uccide la moglie a coltellate

Asti, litigio finisce in tragedia: marito uccide la moglie a coltellate

E' stato lui stesso a presentarsi in caserma dai carabinieri