Venerdì 19 Febbraio 2016 - 08:30

Usa2016, scende scarto Clinton-Sanders, domani voto in Nevada

Netta differenza però fra i due candidati in termini di preferenze fra le comunità delle minoranze

Bernie Sanders

Si assottiglia il vantaggio di Hillary Clinton su Bernie Sanders nella corsa per la nomination democratica in vista delle elezioni presidenziali negli Stati Uniti. Secondo un sondaggio elaborato da Nbc e Wall Street Journal, Clinton si attesta al 53% fra gli elettori democratici registrati, mentre Sanders al 42%, con uno scarto di 11 punti. Un mese fa nello stesso sondaggio Clinton era al 59% contro il 34% di Sanders, con 25 punti di differenza. La rilevazione è stata condotta telefonicamente fra il 14 e il 16 febbraio, dopo i caucus in Iowa, in cui Clinton ha vinto di misura su Sanders, e le primarie in New Hampshire, in cui a vincere è stato Sanders. Netta differenza però fra i due candidati in termini di preferenze fra le comunità delle minoranze, dove l'ex segretaria di Stato ha il 62% dei consensi, mentre il senatore del Vermont solo il 33%. Questo aspetto, sottolineano molti media, è cruciale per i caucus democratici che si terranno in Nevada domani.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Catalogna, Puigdemont: "Il peggior attacco dalla dittatura di Franco"

Dura la reazione del governatore dopo il commissariamento della regione

Repubblica Ceca verso destra: vince Babis, il 'Trump di Praga'

Repubblica Ceca verso destra: vince Babis, il 'Trump di Praga'

Avanza il partito xenofobo Spd che vuole uscire dall'Ue, crollano i socialdemocratici del Cssd

Barcellona, in migliaia manifestano contro il governo

Catalogna, Rajoy destituisce Puigdemont. In 450mila scendono in piazza a Barcellona

Il governo di Madrid applica l'articolo 155 della Costituzione: ora la palla passa al Senato

Trump annuncia: "Divulgherò documenti segreti su John F. Kennedy"

Trump annuncia: "Divulgherò documenti segreti su John F. Kennedy"

Poche ore fa il sito Politico citava fonti ufficiali secondo cui il presidente aveva in programma di bloccare la pubblicazione, ma il nuovo tweet smentisce questa versione