Giovedì 18 Febbraio 2016 - 09:30

Usa, Texas approva la norma: armi in classe in università

Ateneo obbligato a rispettare la disposizione dello Stato, guidato dai repubblicani

Usa, Texas approva norma: armi in classe in Università

A partire dal prossimo corso, gli studenti dell'Università del Texas (Ut) potranno portare le armi in classe insieme ai loro computer o ai fogli di appunti. Lo ha annunciato il presidente dell'ateneo, Greg Fenves, che nei mesi scorsi si è duramente opposto a questa decisione presa dalle due camere legislative del Texas, Stato governato dai repubblicani, all'interno di un pacchetto di misure che include il libero porto d'armi anche tra le strade pubbliche. "Non credo che le armi appartengano a una università e questa è la sfida difficile della mia vita", ha commentato Fenves spiegando che la misura non si applicherà nei dormitori, durante gli eventi sportivi o nei laboratori. L'Università del Texas, una delle maggiori e più prestigiose del Paese, con circa 50mila studenti, è stata obbligata ad adottare la norma mentre le istituzioni private possono scegliere se applicarla o meno, e la maggior parte l'ha già respinta.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Princess of Asturias Awards 2017 in Oviedo

Catalogna, re Felipe: "È e sarà parte Spagna, secessione inaccettabile"

Un nuovo messaggio del monarca alla vigilia dell'applicazione dell'articolo 155 da parte del governo Rajoy

Afghanistan, ancora un attacco suicida nei pressi di una moschea sciita

Afghanistan, attacchi kamikaze in due moschee: 50 morti

Le diverse esplosioni sono avvenute mentre i fedeli si raccoglievano per la preghiera

Obama in supporto del candidato democratico Northon in Virginia

Usa, il ritorno di Obama in politica. E Bush gli fa eco (contro Trump)

Un passo molto atteso dai sostenitori dell'ex presidente

Corea del Nord, Kim Jong Un presenzia al lancio di un missile Hwasong-12

Nord Corea insiste sul nucleare: "È questione di vita o di morte"

Il direttore generale del dipartimento Nord America del ministero degli Esteri: "Risponderemo al fuoco con il fuoco"