Mercoledì 25 Ottobre 2017 - 07:15

Usa, stop divieto d'ingresso ai rifugiati: verso più controlli. Restano esclusi 11 Paesi

Prevista una revisione più rigida dei profili dei richiedenti asilo, del loro passato e delle loro famiglie

L'amministrazione Trump interromperà temporaneamente la valutazione delle domande per la maggior parte dei richiedenti asilo provenienti da 11 Paesi considerati ad alto rischio. Lo si apprende da un memo donato dall'amministrazione ai membri del Congresso e visionato da Reuters.
Nel testo si precisa che "l'amministrazione condurrà un'analisi dettagliata della minaccia e una revisione" per i cittadini di "11 Paesi ad alto rischio". Nel frattempo, "saranno prioritarie le domande di rifugiati di altri paesi".

L'amministrazione, si legge nel documento, sta interrompendo temporaneamente un programma che consente ai rifugiati, già residenti negli Stati Uniti, di fare domanda per i propri parenti all'estero per un ricongiungimento, fino a quando non saranno implementate ulteriori misure di sicurezza.

Secondo quanto riferito da una fonte ufficiale del dipartimento di Stato, il divieto d'ingresso ai rifugiati, decretato dal presidente e in vigore per 120 giorni in scadenza, non verrà più applicato e verrà sostituito "subito" da un rafforzamento dei controlli sui richiedenti. Il nuovo meccanismo sarà prevedibilmente composto da una revisione più rigida dei profili dei richiedenti, del loro passato e delle loro famiglie.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Victims and their family members watch a television broadcast of the court proceedings of former Bosnian Serb general Ratko Mladic in the Memorial centre Potocari near Srebrenica

Srebrenica, Mladic condannato all'ergastolo

Era l'ultimo grande accusato per il suo ruolo durante la guerra in Bosnia fra il 1992 e il 1995, conflitto che causò almeno 100mila morti

FILE PHOTO: Zimbabwe VP Mnangagwa listens as Mugabe delivers his state of the nation address to the country's parliament in Harare

Zimbabwe, venerdì giurerà il nuovo presidente Mnangagwa

E' rientrato in aereo ad Harare. Due settimane fa, destituito da Mugabe, era dovuto fuggire. Elezioni entro settembre del 2018

FILE PHOTO - Artistic Gymnastics - Women's Qualification - Subdivisions

Ginnastica Usa, Gabby Douglas rivela: "Anch'io molestata dal medico"

La campionessa olimpica racconta di essere stata una vittima di Larry Nassar, il sanitario già in galera per pedopornografia

Esercitazione dei bombardieri americani nei cieli della Corea del Sud

Usa, aereo militare precipita nel Pacifico: undici persone a bordo

L'incidente potrebbe essere stato causato da problemi al motore