Domenica 21 Febbraio 2016 - 08:00

Usa, sparatoria in Michigan: 6 morti, arrestato il sospetto

L'uomo ha aperto il fuoco a caso in un ristorante e in un concessionario d'auto

Sparatoria Michigan

Almeno sei persone sono rimaste uccise e altre tre ferite in una sparatoria a caso Kalamazoo County, Michigan. Lo riportano i media locali spiegando che al momento una persona sarebbe stata fermata. Si tratta di un uomo di 50 anni alla guida di un suv di colore scuro che poco dopo la mezzanotte ha aperto il fuoco in un ristorante della catena Cracker Barrel, uccidendo le prime quattro persone e in un concessionario d'auto, dove sono state uccise le altre due.

 La polizia, riferiscono i media locali, è riuscita ad individuare il sospetto grazie alla descrizione di alcuni testimoni oculari delle sparatorie e grazie alle immagini di alcune telecamere di videosorveglianza. Il killer stato localizzato nel centro della città e la polizia è riuscita a fermarlo senza troppi problemi, secondo quanto riporta l'emittente tv locale Wwmt. Non è ancora  chiaro se a bordo dell'auto dell'uomo fermato sia stata rinvenuta un'arma. L'uomo è ora interrogato dalla polizia.
Probabilmente i bersagli sono stati scelti a caso.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Goteborg, scontri ad una marcia dell'estrema destra

Svezia, bomba esplode davanti a stazione della polizia

È accaduto a Helsingborg, nel sud della Svezia. Per il momento non sembrerebbero esserci vittime

Cina, Xi: "Pronti a diventare un grande Paese socialista moderno"

Cina, Xi: "Pronti a diventare un grande Paese socialista moderno"

E sull'economia annuncia: "Puntiamo ad avere tassi d'interesse e i tassi di cambio più basati sul mercato"

Nigeria, bombe a Abuja

Nigeria, liberato don Pallù. Alfano: "Sta bene"

Il sacerdote della diocesi di Roma era da tre anni in missione nel Paese africano. Gioisce la parrocchia di San Bartolomeo

Il direttore di Amazon Studios si dimette per accuse di molestie sessuali

Avrebbe inoltre ignorato le denunce di un'attrice su abusi sessuali che avrebbe subito da Weinstein