Giovedì 03 Dicembre 2015 - 12:15

Usa, sparatoria in California: 14 morti, 17 persone ferite. Identificati i 2 presunti killer

Ieri a San Bernardino l'assalto a un centro per disabili. Un uomo e una donna sono stati uccisi dalla polizia: avevano 28 e 27 anni.

california_sparatoria

Due sospetti, marito e moglie, sono stati uccisi e un possibile terzo sospetto è stato fermato dopo la sparatoria mortale che ha ucciso 14 persone e ne ha ferite almeno 17 nella città californiana di San Bernardino, presso un centro per disabili. Il capo della polizia Jarrod Burguan ha detto in una conferenza stampa che è stato ritrovato, presso la struttura dove è avvenuta la sparatoria, un ordigno esplosivo.

 

L'UCCISIONE. Entrambi i sospetti uccisi avevano fucili e pistole. Il loro SUV scuro, sul quale hanno tentato di fuggire, è stato trovato alcune ore più tardi dalla polizia: dopo un inseguimento e una sparatoria con le forze dell'ordine in una zona residenziale entrambi sono stati uccisi. 

Loading the player...

IDENTIFICATI. Dopo alcune ore stati identificati i due presunti killer responsabili della sparatoria: sono un uomo e una donna, entrambi uccisi dalla polizia, avevano rispettivamente 28 e 27 anni. I due, secondo la polizia, erano marito e moglie. A riferirlo l'ufficiale di San Bernardino Jarrod Burguan in una conferenza stampa: "L'uomo si chiamava Syed Farook - ha detto il poliziotto- è nato negli Stati Uniti, lavorava come specialistica ambientale nel settore della sanità. Pare fosse alla festa al centro, ma si era allontanato prima della fine, probabilmente dopo un litigio".

 

Con lui anche la donna, 27enne, identificata come Tashfeen Malik. La polizia ha dato inoltre alcuni particolari sull'intervento: "Siamo entrati subito nell'edificio dove è avvenuta la sparatoria, appena siamo stati avvisati abbiamo prontamente risposto ed eravamo già in azione 4 minuti dopo la segnalazione dell'assalto".

 

 

 

DUBBI SUL MOVENTE. David Boudich, assistant director dell'Fbi, ha detto che ancora non è sicuro se la sparatoria sia un attacco terroristico o meno. Gli assalitori, stando all'analisi della polizia, erano ben preparati e armati: utilizzano maschere da sci e probabilmente erano dotati di giubbotto antiproiettile. Il centro non-profit, che offre servizi per persone con disabilità dello sviluppo serve circa 670 dipendenti e 3.000 famiglie. 

 

LA REAZIONE DI OBAMA. Il presidente Usa Barack Obama è stato informato della sparatoria: "Non dobbiamo pensare che questo è qualcosa che accade nel corso normale degli eventi, perché non accade con la stessa frequenza in altri paesi", ha detto Obama, che ha già nei giorni scorsi aveva invocato un più rigido controllo sulla circolazione delle armi dopo la sparatoria che, venerdì, aveva portato alla morte di tre persone in Colorado. Profondamente scossa anche la candidata alle primarie democratica per le presidenziali Hillary Clinton, che ha twittato poco dopo l'assalto.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Princess of Asturias Awards 2017 in Oviedo

Catalogna, re Felipe: "È e sarà parte Spagna, secessione inaccettabile"

Un nuovo messaggio del monarca alla vigilia dell'applicazione dell'articolo 155 da parte del governo Rajoy

Afghanistan, ancora un attacco suicida nei pressi di una moschea sciita

Afghanistan, attacchi kamikaze in due moschee: 50 morti

Le diverse esplosioni sono avvenute mentre i fedeli si raccoglievano per la preghiera

Obama in supporto del candidato democratico Northon in Virginia

Usa, il ritorno di Obama in politica. E Bush gli fa eco (contro Trump)

Un passo molto atteso dai sostenitori dell'ex presidente

Corea del Nord, Kim Jong Un presenzia al lancio di un missile Hwasong-12

Nord Corea insiste sul nucleare: "È questione di vita o di morte"

Il direttore generale del dipartimento Nord America del ministero degli Esteri: "Risponderemo al fuoco con il fuoco"