Venerdì 29 Settembre 2017 - 16:45

Usa ritirano 60% staff da ambasciata Cuba. E torna la tensione

L'ordine prevede anche la sospensione del rilascio di visti all'ambasciata in modo indefinito

Usa ritirano 60% staff da ambasciata Cuba. E torna la tensione

Il governo degli Stati Uniti ha ordinato il ritiro del suo staff non essenziale dall'ambasciata a Cuba a seguito dell'attacco acustico sofferto da almeno 21 statunitensi sull'isola, la cui origine è ignota. Lo riportano le emittenti Cnn e Cbs, che citano come fonte funzionari Usa coperti dall'anonimato. L'ordine, che sarà annunciato oggi dal dipartimento di Stato Usa, prevede anche la sospensione del rilascio di visti all'ambasciata a Cuba in modo indefinito. Il governo Usa, inoltre, allerterà i suoi cittadini del pericolo di essere vittime di "attacchi" se si recheranno a Cuba. L'Avana considera affretatta la reazione degli Usa perché condizionerà rapporti tra i Paesi. 

Ieri il governo Usa aveva confermato che il segretario di Stato Rex Tillerson stava "rivedendo tutte le sue opzioni", compresa appunto quella del ritiro di parte del personale diplomatico presente a Cuba, a seguito dell'attacco acustico. Si tratta di incidenti ancora inspiegati, in cui 21 diplomatici e familiari di diplomatici statunitensi a Cuba hanno riportato problemi di salute, tra cui lesioni all'udito e nausea. Anche parte del personale canadese ha riscontrato lo stesso tipo di problemi. Il governo di Cuba ha negato ogni coinvolgimento e sta conducendo un'indagine, ma dice che finora non è stato in grado di risalire alle cause.

 Martedì Tillerson aveva avuto una riunione a Washington con il ministro degli Esteri cubano, Bruno Rodriguez, per discutere della questione. A seguito dell'incontro il dipartimento di Stato aveva annunciato in un comunicato che la conversazione fra i due era stata "ferma e franca" e che "aveva riflettuto la profonda preoccupazione degli Stati Uniti per la sicurezza del suo personale diplomatico". In quel faccia a faccia, Tillerson aveva sottolineato "la gravità della situazione e insistito con le autorità cubane sui loro obblighi di protezione del personale dell'ambasciata e dei loro familiari". Rodriguez, dal canto suo, aveva indicato che "sarebbe stato deplorevole politicizzare una questione di questa natura e prendere decisioni affrettate senza sostegno di prove e risultati investigativi conclusivi". Trump ha imposto restrizioni rispetto all'apertura verso Cuba che era stata promossa dal suo predecessore Barack Obama, sostenendo l'embargo e chiarendo che non intende negoziare con il governo di Raul Castro se non ci saranno progressi nella democrazia sull'isola.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Grecia fuori dal tunnel, stop all' austerity

Grecia, dalla troika a Tsipras: le tappe principali della crisi

Passo per passo, gli avvenimenti che hanno protato il Paese in ginocchio

Grecia fuori dal tunnel, stop all' austerity

Grecia fuori dal piano salvataggio coi segni di 8 anni di austerità

Le riforme economiche che hanno chiesto in cambio dei finanziamenti hanno portato il Paese quasi in ginocchio

 I Backstreet Boys in concerto a New York

Usa, paura al concerto dei Backstreet Boys. Crolla struttura: 14 fan feriti

Una forte tempesta ha rovesciato l'ingresso del posto che avrebbe dovuto ospitare il live della band a Thackerville, nell'Oklahoma

Migranti, nave Diciotti entra nel porto di Trapani

Nave Diciotti, Salvini: "O interviene l'Europa o riaccompagneremo i migranti in Libia"

Il ministro Toninelli sulla nave Diciotti con 177 persone a bordo attacca Malta: "Ancora inqualificabile. L'Ue si faccia avanti"