Domenica 27 Maggio 2018 - 11:45

"Odio il cellulare dei miei genitori": lo sfogo di un bimbo di 7 anni nel tema in classe

La maestra sorpresa lo posta su Facebook con l'hashtag #listentoyourkids. E il suo appello diventa virale

"Odio il cellulare dei miei genitori". Un bimbo di 7 anni descrive l'invenzione che odia di più, ossia lo smartphone perché i suoi genitori "sono sempre al telefono". Tutto nasce da un tema assegnato dalla sua insegnante, Jen Beason, che ha poi deciso di condividerlo su Facebook.

La traccia del componimento era, appunto, "Descrivete un'invenzione che non vi piace". Tra i suoi alunni, quattro su 21 hanno descritto l'odio per i telefoni "perché i genitori ci passano tutto il giorno". E alla fine del testo, il piccolo alunno, che frequenta la seconda elementare di una scuola in Louisiana, negli Stati Uniti, ha poi disegnato uno smartphone con una croce sopra.

Un vero e proprio sfogo quello del bimbo che la maestra ha deciso di pubblicare su Facebook commentandolo con l'hashtah #listentoyourkids: "ascoltate i vostri bambini". E il suo appello è diventato virale sui social. 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

La nave Aquarius torna in mare a Marsiglia

L'Aquarius sbarca a Malta. Sei Paesi Ue accoglieranno i migranti

Via libera per l'attracco a La Valletta. Francia, Portogallo e Spagna coinvolti per la redistribuzione di 141 persone a bordo e di altre 103 su altre navi

TURKEY-ECONOMY-CURRENCY

Lira turca in bilico, Erdogan: "Boicotteremo prodotti elettronici Usa"

Dopo la ripresa e il sospiro di sollievo dei mercati, il nuovo annuncio rischia di riaffossare la moneta

Londra, auto contro le barriere fuori dal Parlamento: un arresto

Londra, auto contro barriere davanti al Parlamento: arrestato sospettato di terrorismo

Si indaga sul conducente, feriti alcuni passanti. Polizia e ambulanze sul posto, chiusa la stazione di Westminster

Strage di bambini in Yemen

Yemen, raid contro scuolabus: 51 morti, tra cui 40 bambini

Il bilancio dell'attacco di giovedì scorso aggiornato dal Comitato internazionale della Croce Rossa