Mercoledì 05 Aprile 2017 - 18:15

Usa: Non credibile tesi Mosca su deposito armi chimiche ribelli

Secondo l'Onu è il peggiore attacco chimico dal 2013

Usa: Non credibile tesi Mosca su deposito armi chimiche ribelli

Non è credibile la versione della Russia secondo cui in Siria ieri i civili sarebbero morti nella provincia di Idlib non per un attacco chimico, ma per l'esplosione di un deposito di armi chimiche dei ribelli colpito dall'aviazione del governo siriano. È quanto afferma a Reuters un alto funzionario della Casa Bianca, aggiungendo che gli Stati Uniti continuano a credere che il governo siriano di Bashar Assad sia responsabile dell'attacco con armi chimiche.

Secondo l'Onu, attraverso le parole dell'Alto rappresentante dell'Onu per le questioni del disarmo Kim Won-soo, l'attacco di ieri nella città di Khan Sheikhoun è il più grave avvenuto nel Paese dopo quello del 21 agosto del 2013 a Ghouta, alle porte di Damasco.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Bergamo, La Coop Sul Serio batte la crisi: quando i lavoratori salvano le aziende dal fallimento

Onu: "Le donne guadagnano il 23% meno degli uomini. È il più grande furto della storia"

Il dato emerge dalla campagna #StopTheRobbery ed è specchio di una situazione diffusa in tutto il mondo

Sami Anan

Egitto, ex capo di stato maggiore Sami Anan si candida a presidenziali

Sfiderà l'attuale presidente Abdel Fattah al-Sisi

Usa, un anno di Trump: tra scandali e promesse mantenute

Al termine del primo anno di governo l'immagine del presidente degli Stati Uniti nel mondo è peggiore di quanto non sia mai stata quella dei suoi due predecessori

Papa Francesco a Puerto Maldonado per abbracciare gli indigeni

Il Papa contro la cultura machista: "Donne schiave di violenza senza fine"

Nell'incontro con gli indigeni del Perù Bergoglio denuncia una situazione non più tollerabile