Giovedì 25 Febbraio 2016 - 07:00

Usa, Apple lavora a misure contro violazione blocco iPhone

Cook: Richiesta sblocco iPhone equivalente software del cancro

Usa, Apple lavora a misure contro violazione blocco iPhone

Apple sta lavorando allo sviluppo di misure di sicurezza per rendere più difficile da parte del governo penetrare negli iPhone bloccati, come è stato invece disposto nel caso del cellulare del responsabile della strage di San Bernardino. Lo rivela il New York Times citando persone vicine alla compagnia.

Il ceo di Apple Tim Cook ha infatti ribadito che violare l'iPhone del killer di San Bernardino sarebbe "un male per l'America" e stabilirebbe un precedente legale che potrebbe ledere molti americani. "Alcune cose sono difficili, e alcune cose sono giuste, e alcune cose sono entrambe - questa è una di quelle cose", ha detto Cook alla ABC News nella sua prima intervista dopo l'ordine del tribunale, spiegando di voler parlare direttamente col presidente Obama della questione per portarla su "su un percorso migliore". Per l'ad di Apple la richiesta di sblocco del governo è "l'equivalente software del cancro", e la compagnia è perciò pronta ad andare "fino in fondo", arrivando fino alla Corte Suprema se fosse necessario.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Donald Trump a Miami

La fortuna di Trump? 3,7 miliardi di dollari, in calo dal 2015

A rivelarlo è un'indagine della rivista americana Forbes

Pippa Middleton vince causa per violazione 3mila foto online

Pippa Middleton vince causa per violazione 3mila foto online

Per l'attacco il principale indiziato è il web-designer Nathan Wyatt

Israele, morto Shimon Peres a 93 anni

Israele, addio all'ex presidente Peres, venerdì i funerali

Il politico, Nobel per la Pace nel 1994, è scomparso all'età di 93 anni. Obama: "Siamo in debito con lui"

Francia, dopo Nizza sventati altri attacchi in Costa azzurra

Francia, dopo Nizza sventati altri attacchi in Costa azzurra

Nel mirino eventi sportivi, scuole e luoghi di culto