Mercoledì 25 Maggio 2016 - 07:15

Trump trionfa alle primarie nello Stato di Washington

Il presunto candidato repubblicano ha ottenuto oltre 75% dei consensi ed è sempre più vicino alla soglia dei 1.237 delegati

Trump trionfa alle primarie nello Stato di Washington

Donald Trump trionfa alle primarie repubblicane dello Stato di Washington. Secondo le proiezioni dei maggiori media americani, il presunto candidato repubblicano ha vinto con un ampio margine, ottenendo oltre il 75% dei consensi e superando i suoi ex competitor Ted Cruz, John Kasich e Ben Carson, i cui nomi figuravano ancora sui biglietti.

La vittoria di Washington garantisce al magnate newyorkese la maggioranza dei 44 delegati in gioco nello Stato, permettendogli di avvicinarsi sempre di più alla soglia dei 1.237 necessari per conquistare la nomination ufficiale che verrà decretata alla convention del partito in programma nel mese di luglio Cleveland (Ohio).

Supererà probabilmente la soglia il prossimo 7 giugno, quando saranno chiamati a esprimersi i repubblicani di New Jersey, Montana, South Dakota, New Mexico e California.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Il Pentagono ammette l'esistenza di un programma per cercare gli Ufo

Da anni il programma 'segreto' indaga sulle segnalazioni di oggetti volanti non identificati

Gerusalemme capitale, ancora proteste in tutto il mondo musulmano

Gerusalemme, l'Onu lavora a bozza di risoluzione contro la mossa di Trump

Nel testo si evidenzia che qualsiasi decisione sullo status della città non ha alcun effetto legale

Sanità, Trump vieta la parole "transgender", "feto", "diritti" e "basato sulla scienza"

L'ordine riguarda i documenti ufficiali di bilancio del Center of Disease Control. Sette i termini cancellati. Imbarazzo e perplessità

AUT, 24. OSZE Ministerrat

Austria, Strache al governo con Kurz. Ministeri chiave a estrema destra

Il presidente austriaco ha dato luce verde alla formazione del nuovo esecutivo con la coalizione tra il Partito popolare (Övp) e gli ultranazionalisti del Partito liberale (FpÖ)