Mercoledì 30 Novembre 2016 - 13:15

Trump promette: Anche se non obbligato lascerò le aziende

Il magnate farà l'annuncio ufficiale il 15 dicembre

Usa 2016, Trump promette: Anche se non sono obbligato, lascerò tutte le aziende

"Terrò una importante conferenza stampa a New York City con i miei figli il 15 dicembre per parlare del fatto che lascerò totalmente le mie grandi aziende per concentrarmi pienamente sulla guida del Paese, per rendere di nuovo grande l'America". Lo annuncia su Twitter il presidente eletto degli Usa Donald Trump. "Anche se non ho l'obbligo di farlo per legge - spiega il magnate - sento che sia importante, da presidente, non avere in alcun modo un conflitto di interessi con le mie varie aziende". Le anologie, seppur su tutt'altra scala, con la situazione italiana sono evidenti: per anni il conflitto di interessi è stato un cavallo di battaglia contro l'ex premier Silvio Berlusconi. I legami del tycoon con il sistema economico-finanziario non sono un mistero, e il neo presidente, secondo l'Nbc, starebbe considerando l'ex banchiere e investitore miliardario Wilbur Ross per la carica di nuovo segretario al Commercio degli Stati Uniti nella futura amministrazione Trump.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Il governo britannico respingerà richiesta referendum Scozia

Il governo britannico respingerà richiesta referendum Scozia

L'esecutivo May non negozierà sulla proposta di Edimburgo

Scozia, il Parlamento vota sì a un nuovo referendum sull'indipendenza

Parlamento Scozia, sì a nuovo referendum su indipendenza. Ma Londra respinge richiesta

Approvata la proposta della premier Sturgeon: 69 favorevoli, 59 contrari. Governo May non negozierà

Domani via alla Brexit; May: Momento importantissimo di storia Gb

Domani via alla Brexit, May: Momento storico per il Regno Unito

L'ambasciatore britannico a Bruxelles consegnerà la lettera sull'uscita dalla Ue a Donald Tusk

I Paesi gruppo Visegrad: Non accetteremo ricatto Ue su migranti

I Paesi del gruppo Visegrad: Non accetteremo ricatto Ue su migranti

"La politica migratoria deve basarsi su un impegno fra tutti i Paesi membri, dove si tenga conto della realtà di ogni società"