Giovedì 09 Giugno 2016 - 19:15

Sanders: Resto in corsa, ma con Clinton per battere Trump

Incontro alla Casa Bianca col presidente Obama

Usa 2016, Sanders: Resto in corsa, ma lavorerò con Clinton per battere Trump

Bernie Sanders ha incontrato alla Casa Bianca il presidente degli Stati Uniti Barack Obama, in un momento in cui i democratici fanno pressioni su Sanders perché ponga fine alla sua campagna elettorale e sostenga Hillary Clinton, che ha già raggiunto il numero di delegati sufficiente ad assicurarsi la nomination democratica. Al termine dell'incontro con il presidente, Sanders ha detto che farà tutto il possibile per evitare che Donald Trump vinca le elezioni presidenziali di novembre, ma ha annunciato che sarà in corsa comunque per le primarie di martedì 14 giugno a Washington D.C. Sanders ha detto anche che incontrerà presto Hillary Clinton per discutere dei modi per battere Trump, e ha ringraziato Obama e il vice presidente Usa Joe Biden per l'imparzialità dimostrata dall'inizio delle primarie.

Loading the player...
Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Brexit

Brexit, sì del Parlamento Ue all'accordo Londra-Bruxelles

Per Strasburgo l'uscita della Gran Bretagna è "legittima" e l'intesa è sufficiente per aprire la fase due dei negoziati

Un altro successo per Ariane 5. Lanciati nello spazio 4 satelliti Galileo

Sesta missione positiva nel 2017. I satelliti collocati perfettamente. Soddisfazione Avio (che produce i motori a propulsione solida): "Siamo player di riferimento per i lanciatori. Va avanti lo sviluppo del nuovo Vega C"

Members of Palestinian Hamas security forces survey the scene of an explosion in the northern Gaza Strip

Vertice dei Paesi Islamici: "Gerusalemme Est sia capitale della Palestina"

Il summit a Instabul. Israele bombarda postazioni Hamas a Gaza

Republican candidate for U.S. Senate Judge Roy Moore speaks during a campaign rally in Midland City

Alabama, vince Jones: sconfitto Moore, il candidato di Trump

Il repubblicano era uan figura contestata per le accuse di aver molestato delle adolescenti quando aveva 30 anni