Giovedì 09 Giugno 2016 - 19:15

Sanders: Resto in corsa, ma con Clinton per battere Trump

Incontro alla Casa Bianca col presidente Obama

Usa 2016, Sanders: Resto in corsa, ma lavorerò con Clinton per battere Trump

Bernie Sanders ha incontrato alla Casa Bianca il presidente degli Stati Uniti Barack Obama, in un momento in cui i democratici fanno pressioni su Sanders perché ponga fine alla sua campagna elettorale e sostenga Hillary Clinton, che ha già raggiunto il numero di delegati sufficiente ad assicurarsi la nomination democratica. Al termine dell'incontro con il presidente, Sanders ha detto che farà tutto il possibile per evitare che Donald Trump vinca le elezioni presidenziali di novembre, ma ha annunciato che sarà in corsa comunque per le primarie di martedì 14 giugno a Washington D.C. Sanders ha detto anche che incontrerà presto Hillary Clinton per discutere dei modi per battere Trump, e ha ringraziato Obama e il vice presidente Usa Joe Biden per l'imparzialità dimostrata dall'inizio delle primarie.

Loading the player...
Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

US-POLITICS-TRUMP-PRISON REFORM

Russiagate, Trump chiede inchiesta su spionaggio durante sua campagna

Il presidente Usa vuole fare chiarezza sulla possibile infiltrazione dell'amministrazione Obama

Lo chef Mario Batali coinvolto in un caso di molestie sessuali a passeggio per New York

Usa, nuove accuse di molestie e violenza contro lo chef Mario Batali

Avrebbe aggredito due ex dipendenti del ristorante newyorkese 'The Spotted Pig' sotto l'effetto di droghe e alcol

Venezuela Elezioni: Nicolas Maduro al voto

Venezuela, rieletto Maduro. Ma l'opposizione grida ai brogli

Il presidente riconfermato fino al 2025. Gli avversari denunciano pressioni sugli elettori e chiedono una nuova consultazione

US-POLITICS-ECONOMY-IMF-WORLDBANK-SPRING-MEETINGS

La Francia avverte l'Italia: "Se non rispetta impegni a rischio stabilità dell'eurozona"

Il ministro dell'Economia Bruno Le Maire lancia l'allarme e ricorda: "In Europa ci sono regole da rispettare"