Mercoledì 19 Ottobre 2016 - 13:00

Usa 2016, Michael Moore lancia film anti-Trump

Il regista premio Oscar: "Un tuffo nel territorio ostile della destra"

Usa 2016, Michael Moore lancia film anti-Trump

A tre settimane dalle elezioni presidenziali negli Stati Uniti, esce oggi nelle sale cinematografiche americane 'Michael Moore in Trumpland', l'ultima opera del regista dell'Ohio, autore di pellicole come ' Bowling for Columbine' e ' Fahrenheit 9/11'. 

La pellicola si basa su un unico one-man show, 'October Surprise', eseguito live qualche settimane fa dal regista in Ohio: un evento in cui Moore critica con la solita pungente ironia il candidato repubblicano alla Casa Bianca Donald Trump, con un "tuffo nel territorio ostile della destra", secondo quanto si legge nella breve descrizione del film.

Il premio Oscar ha fatto sapere che 'Michael Moore in Trumpland' è stato proiettato gratuitamente in anteprima ieri sera in un cinema di Manhattan, e da oggi sarà distribuito nelle sale di Los Angeles e New York, e via via nelle altre città degli Stati Uniti.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

U.S.-WASHINGTON D.C.-PRESIDENT-DONALD TRUMP-100 DAYS

Per 100 giorni Trump diserta cena corrispondenti: Media disonesti

Il presidente ha minimizzato sulle promesse che non è riuscito ad attuare, come la sostituzione dell'Obamacare e ha assicurato che il muro al confine con il Messico si farà

Papa Francesco in Piazza San Pietro

Venezuela, l'appello del Papa da san Pietro: Basta violenze

Rientrato dal viaggio in Egitto, Bergoglio ha esortato al rispetto dei diritti umani

Marine Le Pen, French National Front (FN) political party leader and candidate for French 2017 presidential election, arrives at her campaign headquarters in Paris

Francia, Le Pen: L'euro è morto Sì a coabitazione di monete

La candidata dell'estrema destra alle presidenziali francesi parla a Le Parisien

Elezioni Generali 2017, Theresa May in campagna elettorale

Brexit, May respinge le linee guida Ue: Nessun accordo per uscita

La premier britannica ha ribadito le sue priorità: libero mercato senza dazi e fine della libera circolazione dei migranti