Sabato 12 Marzo 2016 - 12:45

Usa, cancellato comizio Trump in Ohio per motivi sicurezza

Un suo incontro era già stato annullato a Chicago a causa di scontri scoppiati fra sostenitori e detrattori del magnate

Protesta anti Trump a St. Louis

Donald Trump ha cancellato per ragioni di sicurezza un comizio che aveva in programma in Ohio, al Duke Energy Convention Center di Cincinnati. Lo riporta il sito Cincinnati.com. In Ohio si vota martedì per le primarie. Un comizio di Trump era già stato cancellato a Chicago, in Illinois, a causa di tafferugli scoppiati fra sostenitori e detrattori del magnate newyorkese.

La massiccia contestazione a Chicago ha causato tre feriti, tra cui un agente di polizia. L'intervento del magnate, in corsa per le primarie repubblicane in vista delle presidenziali Usa, era previsto alle 18 ora locale alla University of Illinois, ma fuori dal palazzo si sono radunate migliaia di persone, sia sostenitori dello stesso Trump, sia contestatori. Tra i due gruppi sono scoppiati tafferugli e dopo un primo rinvio di mezz'ora, il comizio è stato annullato per ragioni di sicurezza.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

PinkNews awards dinner

Brexit, May spinge su diritti cittadini Ue. E promette: "Resterete in Gb"

In post su Fb la premier britannica rassicura i comunitari regolarmente residenti nel Regno Unito

Barcellona, manifestazione contro l'indipendenza catalana

Sabato il governo di Madrid si riunirà per sospendere l'autonomia della Catalogna

Scaduto l'ultimatum. Puigdemont non risponde con chiarezza e rilancia: "Indipendenza se verrà attivato l'articolo 155"

Catalogna, cos'è e cosa prevede l'articolo 155 della Costituzione

Tutto quello che c'è da sapere sull''arma' del governo di Madrid

Brexit, May scrive una lettera ai cittadini Ue: "Potrete restare nel Regno Unito"

Brexit, May scrive una lettera ai cittadini Ue: "Potrete restare nel Regno Unito"

Accordo in vista per garantire i diritti di circa 3 milioni di stranieri che vivono nel Paese: "Vogliamo che rimangano"