Venerdì 07 Ottobre 2016 - 20:00

Uragano Matthew, oltre 800 morti ad Haiti, paura in Florida

Circa 61.500 le persone ospitate in rifugi. Dopo aver devastato i Caraibi, la furia si sposta verso nord

Uragano Matthew, oltre 800 morti ad Haiti, paura in Florida. Obama: Ancora pericoloso

Continua a salire il bilancio delle vittime provocate dall'uragano Matthew. Al momento ad Haiti i morti sono 842, mentre le persone rimaste senza casa sono decine di migliaia e gran parte dei campi coltivati è stata distrutta. Decine le persone disperse, hanno fatto sapere le autorità locali. Circa 61.500 persone sono ospitate in rifugi, secondo la protezione civile.

"Voglio solo sottolineare a tutti che questo è ancora un uragano molto pericoloso, che il potenziale per le mareggiate, la perdita di vite e i gravi danni alle proprietà esiste e la gente deve continuare a seguire le istruzioni dei funzionari locali nelle prossime 48, 72 ore", ha dichiarato il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, parlando ai giornalisti dopo un briefing con i vertici di agenzie federali per sicurezza ed emergenze. Alle 16 italiane, l'occhio dell'uragano si stava muovendo lungo la costa della Florida vicino alla città di Daytona Beach, ha riferito il centro nazionale uragani americano.

Loading the player...

Sempre in Florida, dove è già stato dichiarato lo stato di emergenza, sono circa 600mila le case senza corrente elettrica e altri blackout sono attesi. "La parte peggiore deve ancora arrivare. C'è ancora il potenziale per un colpo diretto e stiamo registrando venti a 160 chilometri orari", ha dichiarato il governatore Rick Scott.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

 Svezia, no all'ingresso in Nato: Politica di non allineamento

Svezia, no all'ingresso in Nato: Politica di non allineamento

La ministra degli Esteri Wallstrom: Indipendenti in posizioni sulla sicurezza

Le Pen rifiuta il velo e cancella incontro con Mufti del Libano

Le Pen rifiuta il velo e cancella incontro con Mufti del Libano

"Io non mi coprirò mai" ha detto la leader del Front National

Medioriente, Khamenei: Stop a regime sionista, liberare i territori

Medioriente, Khamenei: Stop a regime sionista, liberare i territori

"Nessun popolo in nessuna era della storia è mai stato soggetto a questa crudeltà"

Autorità malesi: No segno di puntura sul corpo di Kim Jong-Nam

Malesia: Nessun segno di puntura sul corpo di Kim Jong-Nam

Sono ancora da definire le cause della morte