Lunedì 26 Dicembre 2016 - 21:30

Uno 'Schizzo' di Pablo Picasso salvato dalla spazzatura

Il disegno è un bozzetto dell'ex sindaco di Gerusalemme, Tedy Kolek

Uno 'schizzo' di Picasso salvato dalla spazzatura: stava per essere buttato via

Uno schizzo scarabocchiato dal pittore spagnolo Pablo Picasso in un catalogo del Museo di Israele stava per finire nella spazzatura. Lo riporta il quotidiano 'Times of Israel'. Lo schizzo è un bozzetto dell'ex sindaco di Gerusalemme, Tedy Kolek. I figli di Kolek hanno trovato per caso il contorno disegnato e firmato dall'artista nel 1969, quando hanno pulito la casa di loro madre, morta all'inizio di quest'anno. "L'abbiamo trovato tra i tanti libri su Gerusalemme della biblioteca di nostro padre e stavamo per gettarlo via", ha spiegato la figlia, Osnat Kolek. Il disegno dell'ex primo cittadino di Gerusalemme, tracciato in rosso e nero, è datato 11 dicembre 1969 e appare alla fine del catalogo di una mostra dell'artista spagnolo, insieme con l'opera 'Natura morta con mandolino' 1924.

I figli hanno deciso di donarlo alla Fondazione Gerusalemme, un'organizzazione non-profit che quest'anno festeggia il suo 50esimo anniversario. Tedy Kolek, sindaco di Gerusalemme tra il 1965 e il 1994 e fondatore e presidente del Museo di Israele, è morto il 2 gennaio 2007.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

THEMENBILD, Konzentrationslager Auschwitz I

Polonia, rubano mattoni Auschwitz: incriminati 2 turisti ungheresi

Sono stati accusati formalmente di furto di un bene culturale

Theresa May riceve il presidente Donald Trump

Brexit, May rivela: "Trump mi ha detto di fare causa all'Ue"

Il suggerimento 'brutale' del presidente Usa

TOPSHOT-SPAIN-MIGRANTS-EU-PROACTIVA-OPEN-ARMS

Migranti, anche la Germania ne accoglierà 50. Ma Praga attacca: "Richiesta di Roma è via per l'inferno"

Conte: "Solidarietà Ue sta diventando realtà". Spagna all'attacco: "Con linea dura dell'Italia si rischia disintegrazione Unione"

Uomo ucciso dalla polizia a Chicago: proteste e agenti feriti

Arrestati quattro manifestanti. 'Assassini' e 'nessuna giustizia, nessuna pace' gli slogan urlati dalla folla